Lucia di Siracusa

Lucia di Siracusa
Siamo nel 300 dopo Cristo. Lucia è una ragazza strana, intraprendente e anticonformista per l’epoca nella quale vive. Sua madre sta morendo, colpita da una grave malattia. Suo padre se n’è andato di casa per non essere contagiato, quel padre che mai l’ha amata, che l’ha promessa in sposa al cugino. In seguito a un sogno vivido, Lucia decide di partire da Siracusa, la sua città, per andare a Catania, dove sente di dover pregare sulla tomba della Santa Donna apparsale nella notte. Intraprenderà da sola un viaggio pieno d’insidie che la porteranno a incontrare diversi personaggi misteriosi. Una volta tornata a casa, Lucia non sarà più la stessa: sua madre guarirà in circostanze miracolose e lei inizierà a seguire il Cristianesimo, la nuova religione da poco arrivata in Italia...
Storia intensa, quella di Lucia di Siracusa, l'umile ragazza destinata a diventare la santa che tutti conosciamo, santa protettrice della vista e martire a Siracusa sotto Diocleziano, come intenso è questo libro - una 'contro-agiografia', come è stato definito - punteggiato da continui riferimenti documentali e storici ad un periodo storico denso di contraddizioni, superstizioni e profondi cambiamenti. Storia affascinante, anche, scritta facendo ricorso anche a gustose arguzie letterarie: prima fra tutte la scelta dell'autrice Marie Ferranti di fare riferimento a una presunta fonte coeva, opera di tale Eliodoro Siculo, citato nella prefazione al libro. Ne emerge il ritratto di una donna inquieta e affascinante, una donna moderna, pronta a tutto per seguire i suoi sentimenti, con la sua carismatica e dalle mille sfaccettature, destinata a rimanere nella storia.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER