Marta nella corrente

Marta nella corrente
La mamma se n’è andata perché lei l’ha fatta arrabbiare. Le hanno detto che è morta in un incidente. Marta però non ci crede e decide di rendersi invisibile barricandosi dietro un muro di silenzio in attesa che la mamma torni. Non parla con la famiglia di Livia e Mario, che l’hanno accolta temporaneamente in affido. Non parla con il nonno, che non sapeva di avere e che a sua volta ignorava l’esistenza della nipotina. Non parla con la psicologa che, mentre cerca di riportarla fuori dal suo isolamento, si specchia in quella bambina chiusa a riccio trovandosi faccia a faccia con il proprio inferno interiore. Non sono solo i ricordi del lager a impedire alla dottoressa Emma Donati di permettersi di essere felice. È un senso di colpa che ha ricacciato nel profondo e non ha mai confidato a nessuno. Forse Marta, anche lei ferita dentro, potrebbe essere la terapia per sollevarla dal peso che le schiaccia l’anima da tanti anni...
Lo scenario attuale della vicenda di Marta - il 1982, in piena euforia per la vittoria dell’Italia ai mondiali di calcio – si interseca con quello della Resistenza e della prigionia di Emma da giovane, in un’alternanza narrativa evidenziata da un’attenta scelta dei verbi. Il tempo passato spesso racconta il presente e viceversa, quasi a sottolineare che il passato, appunto, non è mai tale finché non impariamo a prenderne la giusta distanza, per perdonarlo e perdonarci. Elena Rausa, in questo suo primo, maturo romanzo, affronta l’elaborazione del lutto sperimentata in età diverse e sempre ugualmente dolorosa per chi si senta in qualche modo responsabile. Contemporaneamente, mette in luce l’importanza della parola detta ad alta voce, che quando è negata diventa una porta sbattuta in faccia all’altro, quando è usata come strumento di dialogo è la chiave che libera il cuore e spalanca al mondo. Due storie parallele di sofferenza e solitudine che conducono a un esito comune: per non annegare nella corrente della vita bisogna accettare di aggrapparsi a qualcuno.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER