Memories

Memories
79 testimonianze, poesie, foto, disegni di artisti, scrittori, giornalisti e discografici che Yoko Ono ha raccolto in ricordo di John Lennon in occasione del venticinquesimo anniversario della morte del grande cantautore, avvenuta l'8 dicembre 1980 per mano di uno squilibrato. Aneddoti a volte inediti, confessioni, omaggi a un uomo che ha contribuito a cambiare per sempre la storia della musica sia durante la sua militanza nei Beatles sia con una carriera solista che lo ha visto diventare il punto di riferimento della controcultura e del pacifismo. Nelle parole di Chuck Berry, Bono, Ray Charles, David Geffen, Peter Gabriel, Dennis Hopper, Jerry Lee Lewis, Mick Jagger (l'unico capace di essere, pur involontariamente, assolutamente fuori luogo e tutto sommato sgradevole), Norman Mailer, Desmond Morris, Elton John e di tutti gli altri è palpabile il rimpianto per la perdita del Lennon uomo e del Lennon leggenda, a seconda dei casi e delle sensibilità individuali, ma si percepisce anche qualcosa di più sottile ed inquietante: il rimorso per un'occasione perduta, per una parola non detta, per una telefonata non fatta, anche dopo un quarto di secolo...
La pistola di Mark David Chapman ha cristallizzato una situazione imperfetta, il sipario è calato all'improvviso, il destino non aspetta i chiarimenti, nemmeno se a morire è John Lennon. "Questo è ormai quasi un dramma shakespeariano", ha detto Yoko Ono al riguardo. "Ognuno di noi ha qualcosa per cui sentirsi totalmente infelice riguardo al modo in cui è stato inserito in questo dramma. Ho un'enorme solidarietà per tutti, veramente". Imagine all the people living for today... Immagina, dai.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER