Miami

Miami
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Articolo di: 

Agosto 1933. Il generale Gerardo Machado, presidente di Cuba, fugge con sette valige, cinque pistole ed un pugno di amici. 1952: Carlos Príos Socarrás, nuovo presidente di Cuba, fugge anche lui di notte con due ministri, sua moglie e le figlie. Sia Machado che Socarrás sono sepolti a Miami. La storia di una delle città americane più conosciute al mondo è strettamente legata al destino di Cuba. Anche l’esule Fidel Castro Ruz arriva a Miami nel 1955, per cercare le risorse economiche per portare a termine il suo intento e proprio il presidente Prio lo rende possibile. E, ancora una volta Miami, il 17 aprile 1985, giorno del ventiquattresimo anniversario della fallita invasione americana nota come Baia dei Porci, si fa teatro di un evento destinato a farsi ricordare: una trentina di veterani appartenenti alla Brigata duemilacinquantasei, in divisa mimetica, imbracciando i fucili AR-15, marciano scortando la bandiera cubana. Sulla Nona strada la polizia americana ha messo in sicurezza le costruzioni dimesse che ospitano la biblioteca, il museo e la casa della Brigata duemilacinquantasei dell’Esilio Cubano, dove la bandiera viene custodita, la stessa bandiera che verrà consegnata a John Fitzgerald Kennedy che la porterà a Washington con sé, con la promessa di riconsegnarla alla Brigata “in un’Havana liberata”…

A dieci anni di distanza dalla prima edizione italiana di questo volume del 1987, uscita con Mondadori, il Saggiatore lo ripropone in una nuova veste proprio quando la morte di Fidel Castro riaccende le disquisizioni sulla sua doppia natura, di eroe nazionale e di dittatore senza scrupoli. La giornalista, scrittrice e sceneggiatrice americana Joan Didion, autrice prolifica di romanzi e saggi, premiata nel 2005 con il National Book Award per il suo L’anno del pensiero magico, affida alle pagine di questo saggio giornalistico l’esplorazione del volto nascosto della città di Miami, una città violenta e piena di contrasti, divisa tra americani e latini in lotta tra loro e anche tra cubani castristi e anarchici. Le interviste a giudici, uomini politici, colleghi giornalisti e personalità influenti si trasformano in frammenti che vanno a costituire un quadro storico più ampio e di certo poco conosciuto, soprattutto nel nostro paese abituato a pensare a Miami come ad una città da copertina, piena di palme che si affacciano sull’oceano sotto il cielo alto della California.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER