Misurare l'America

Misurare l'America
Nel 1790 gli Stati Uniti, al termine della Guerra d'Indipendenza contro l'Inghilterra, sono sull'orlo della bancarotta. La giovane nazione ha però una immensa ricchezza: gli sterminati territori selvaggi che si stendono a ovest del fiume Ohio, una gigantesca distesa di terre dal Canada al Messico. Bisogna vendere quelle terre: per farlo però è necessario esplorarle, misurarle, disegnarne le mappe...
Gli infiniti rettilinei delle highway americane che abbiamo imparato ad amare al cinema e i confini squadrati degli Stati del West, così strani per noi figli della vecchia Europa, non esisterebbero senza i personaggi dei quali Andro Linklater ci racconta la storia in questo saggio pieno di fascino. Rivive così l'epopea scientifica di chi si battè per tutta la vita per unificare i sistemi di misura e dare una logica alla gestione del territorio (prima dell'adozione di unità di misura comuni ogni comunità etnica aveva criteri diversi) e l'avventura di chi, asticella graduata alla mano, partì verso Ovest, attraverso territori inesplorati e selvaggi, per svelarne al mondo la bellezza e per aprire la strada alla più immane lottizzazione della storia umana. Domare la wilderness, trasformarla quasi magicamente in proprietà con la misurazione e la mappatura: il fatto che una griglia potesse dividere un continente in piccoli riquadri come di carta millimetrata potrebbe sembrare un semplice trionfo dell'arte della Matematica, ma la facilità con la quale questo sistema metteva la terra a disposizione di chiunque andasse a Ovest per cercarla ebbe un'influenza incalcolabile sullo sviluppo dell'economia e della psiche americana. La pianta geometrica regolare delle città fondate, i nomi delle strade tutti uguali, la reiterazione di un modello urbanistico standard poi ne favorì la crescita (a scapito della personalità e incentivando l'omologazione, ma tant'è, non è che le aziende ferroviarie nel vecchio West andassero tanto per il sottile) e snellì le procedure edili: "Un garzone d'ufficio può calcolare il numero di piedi quadrati interessati all'apertura di una strada", spiegava Lewis Mumford, "e l'impiegato di un avvocato può scrivere la descrizione di un atto di vendita semplicemente copiando un documento standard. Insomma, con una riga a T e una squadra un ingegnere municipale senza la minima preparazione in architettura o in sociologia potrebbe progettare una metropoli". Con stile chiaro e avvincente, Linklater ci guida alla scoperta, tra le pieghe della Storia, di una sfida non meno importante di guerre e rivoluzioni. Una sfida che ha fatto il mondo moderno. Misura per misura, dollaro per dollaro.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER