Nature morte a Firenze

Nature morte a Firenze

Il commissario Franco Mezzanotte sta cercando di chiudere il rapporto sull’ultimo caso di cui si è occupato quando Vittorio Cecchini, un uomo dall’aspetto dimesso, chiede di essere ascoltato. Un odore di frutta marcia ha invaso la palazzina dove abita in via Bracchini: proviene dall’appartamento di fronte a quello dove l’uomo vive insieme alla moglie, proprio dove abita il professor Bambini. Non vedono l’ex professore dell’Accademia delle Belle Arti da un paio di giorni e la puzza sta diventando insopportabile. Il commissario aggiunge l’appartamento nella periferia nord di Firenze e dopo aver chiamato a gran voce l’uomo senza ricevere alcuna risposta decide di chiamare i pompieri per forzare una finestra sulla strada ed entrare. Lo spettacolo che trovano all’interno è disgustoso: il corpo scarnificato del professore giace nel letto contornato da numerose angurie marce, dove nugoli di mosche ronzano incessantemente. A bordo del letto un quadro raffigura la scena. L’uomo, da poco in pensione, viene descritto dai vicini come una persona rispettabile anche se le visite serali di una giovane donna mora dai capelli corti hanno destato curiosità e attenzione…

Firenze con la sua arte, i suoi dipinti, le facciate delle chiese, le imponenti statue è scenario e protagonista allo stesso tempo di questo nuovo romanzo di Simone Togneri, scrittore toscano che aveva già affidato al commissario Franco Mezzanotte e a Simòn Renoir la difficile indagine di Arnoamaro. Il mistero, la pittura e i continui riferimenti a passati modelli artistici gettano nella mente del commissario il seme del dubbio tanto che la posizione di Simòn viene messa in discussione, come se l’assassino fosse proprio lui. I protagonisti sono quindi indagati nella loro umanità, tra dubbi e debolezze, in un’indagine che sembra portare verso un finale prevedibile. È un romanzo in cui anche il colore ha un ruolo dominante, rosso e bianco permeano tutto il libro. Morbosa l’attenzione dell’autore nella descrizione del ritrovamento del cadavere del professore, anche se alcune leggerezze e ingenuità spezzano inevitabilmente la tensione.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER