Ne ho vedute tante da raccontar

Ne ho vedute tante da raccontar

C’è un’età giusta per iniziare a leggere un libro ai bambini? Non ci sono regole ferree. Grazia Gotti, per esempio, ha memorizzato con estrema precisione sia il momento esatto in cui tale momento è arrivato, sia la scelta dell’autore e anche il modo in cui tutto è avvenuto. Il suo “cucciolo”, Bernardo, aveva appena cinque mesi, era in piena fase di svezzamento segnata dal passaggio al cucchiaino. Lei e il suo bimbo hanno iniziato a leggere, seduti su un tappeto di fronte a uno specchio. E tutt’attorno allo specchio una serie di libri di stoffa e di cartone. Per la stoffa la neo-mamma ha scelto la collana di Lucy Cousins divenuta popolare per aver creato la topolina Maisy, meglio nota in Italia con il nome di Pina. E da quel giorno lei e il suo piccolo hanno continuato con quell’esperienza attraversando il magico mondo dei libri e incontrando numerosi personaggi nati dalla fantasia di autori vari…

Ne ho vedute tante da raccontar ‒ che prende il titolo dal motivetto cantato dall’elefante Dumbo nel noto film di Walt Disney ‒ è un volume nel quale traspare in ogni pagina (oltre che una grande conoscenza tecnica) l’amore da parte dell’autrice nei confronti della letteratura per l’infanzia. Grazia Gotti, nella sua duplice veste di studiosa della materia (è, infatti, oltre che scrittrice, la co-fondatrice della libreria per ragazzi Giannino Stoppani e dell’Accademia Drosselmeier e curatrice di mostre dedicate, appunto, ai libri per bambini) e di mamma, intende elaborare un originale e stabile canone letterario per l’infanzia, soffermandosi su quegli autori che hanno creato, grazie alla loro passione e competenza, mondi e personaggi in grado di stimolare i bambini: poiché per essi la lettura è qualcosa di immenso, la chiave d’accesso alle idee dell’universo. La lettura ad alta voce è per i piccoli un momento fondamentale di crescita, non è, né può essere solo, una semplice acquisizione di nozioni. Un libro ricco di spunti soprattutto per chi, ma non solo, si trova ad avere un piccolo che con occhi curiosi e intelligenti vuole conoscere il mondo e i mondi. Tutti.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER