Nessuna scelta

Nessuna scelta
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 

Victor è un killer di professione. Uno dei migliori sulla piazza. Perché non solo è bravo a uccidere ‒ questa è la parte più semplice del lavoro ‒ ma è abilissimo nel farla sempre franca. Mirare e sparare è cosa da niente, mentre fuggire significa sempre tenere allenata la mente nel creare diversivi efficaci. E lui lo fa da almeno metà della sua vita. Ha sempre ucciso per denaro o per difesa personale, dove la seconda motivazione è sempre stata collegata al perseguimento della prima. Pensa a tutto questo mentre si trova sul celebre treno Freccia Rossa che porta da Mosca a San Pietroburgo durante la notte con un itinerario di circa nove ore attraverso la campagna russa. Sulla sua carrozza viaggia un britannico che si presenta con il nome di Fletcher. I due solo in apparenza non si conoscono, dato che Fletcher è un agente dei SIS, il Secret Intelligence Service britannico, e che ha molte informazioni sul conto di Victor. Sua Maestà ha un incarico per lui: scovare ed eliminare Milan Rados in cambio di una sospensione di pena per i suoi misfatti commessi nel Regno Unito. Rados è stato uno dei più terribili comandanti paramilitari della Serbia e si è macchiato di terribili eccidi durante la guerra civile jugoslava. È riuscito a evitare il processo per crimini contro l’umanità all’AIA e ora dirige un gruppo criminale a Belgrado. Solo una tigre può cacciare un’altra tigre con efficacia…

Tom Wood è uno dei maestri del thriller a livello internazionale. Questo Nessuna scelta è il sesto romanzo con protagonista il freddo killer Victor, preceduto da Il giorno più buio, Killer, Nemico, Il gioco e La caccia. Il fascino di questo personaggio è tale che Pierre Morel sta curando una trasposizione cinematografica delle sue avventure. Anche questo thriller ha appunto un setting da film d’azione, con tanti momenti di lotta e combattimento ma anche sezioni ricche di suspense e dettagli come le fasi di sorveglianza che Victor attua per sorprendere nella maniera più efficace la sua vittima. Non solo azione però, ma anche tanta psicologia dato il duello mentale che ingaggiano Victor e Rados, due assassini della stessa pasta che si trovano a fronteggiarsi. L’ambientazione è molto particolare: una Belgrado post bellica dove la corruzione regna sovrana, i gruppi criminali lottano per ottenere il predominio l’uno sull’altro e i segni del recente passato di guerra sono ancora molto evidenti.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER