Nessuno può portarti un fiore

Nessuno può portarti un fiore
1910. Antonieta è sfinita, posa da ore: il celebre architetto Antonio Rivas Mercado ha scelto di dare il volto della figlia all'Ángel de la Indipendencia per  il centenario dell'indipendenza del Messico. 1929. Antonieta è in posa davanti a Tina Modotti... Sylvia ha ottanta anni, spera di morire presto e scrive alla sua cara amica cose che mai ha detto: di come l'amore della sua vita usò la debolezza dei suoi sensi e l'ingenuità del suo cuore per arrivare a uccidere l'uomo che lei più stimava al mondo... Edera è figlia del mugnaio, sa bene ciò che è un lusso: qualche castagna, un'arancia e un po' di zucchero a  Befana, la quinta elementare, essere femmina e portare i pantaloni... Louis Chabas detto Lulù, abilissimo nei travestimenti, sopravvissuto ai familiari deportati nei campi di sterminio, si è unito al Maquis sulle Prealpi del Vecors... Horst Fantazzini, "l'inafferrabile primula rossa", sopravvive a un disastroso tentativo di evasione e scrive Ormai è fatta, cronaca autobiografica di quelle ore... Il 15 dicembre 1919 davanti alla stazione di Reggio Emilia Santo Decimo Pollastri si spoglia completamente, poi si avvia disinvolto verso il centro... Seduto sulla sedia, con le braccia ammanettate dietro, che gli impediscono di cadere sul pavimento, Andrea Salsedo, tipografo anarchico, non parla...
Storie di  giovani, uomini e donne, di cui la Storia, quella ufficiale, di sfuggita ha fatto memoria, persone che con passione hanno lottato per affermare i loro ideali e intolleranti all'ingiustizia sociale hanno resistito, convinte che la dignità dell'essere umano deve essere salvaguardata, senza lasciarsi fermare dalla paura delle conseguenze. Cacucci è così bravo che leggendo si sentono quasi esclusivamente le voci dei protagonisti, il narratore cuce con piccoli punti invisibili pagine di vissuti intensi,  "fuorilegge" che si ribellano all'ordine costituito o al conformismo e pagano sulla propria pelle. Ogni racconto ha uno stile diverso, come diverse sono le personalità dei protagonisti: perché in verità  Antonieta, Sylvia, Edera, Louis, Horst, Santo, Andrea, sono stati e restano protagonisti della loro vita che vale la pena conoscere.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER