Non è una questione politica

Non è una questione politica

Ogni settimana migliaia di profughi sbarcano sulle coste italiane. Cosa fare? Respingerli o accoglierli? Che cos’è l’accoglienza, dare ai migranti una vita decente oppure farli vivere da mendicanti a caccia di elemosina? Lasciarli nella povertà in cui sono immersi non farà altro che portarli a odiare un’Europa ai loro occhi smodatamente ricca e opulenta… La tecnologia informatica sta cambiando le abitudini e la mentalità dell’uomo, in una parola la sua interiorità. Accettare passivamente questa evoluzione in nome del progresso è molto rischioso, perché può provocare la “smaterializzazione” della vita, che finirà di dipendere sempre più da qualche protesi meccanica e non dal corpo e dalla mente… Alcuni intellettuali di sinistra sostengono che il terrorismo sia funzionale alle democrazie capitalistiche per controllare i propri cittadini e instaurare di fatto sistemi totalitari. Una simile considerazione non tiene però conto di due fattori essenziali: la paura reale dei cittadini suscitata non dallo Stato ma dagli attacchi jiadisti e le colpe incancellabili del colonialismo europeo che ha spesso per reazione prodotto nei popoli sottomessi per secoli violenza e revanscismo…

Non deve ingannare il titolo di questo breve pamphlet. Si parla sì di politica ma non nel senso partitico e di schieramento, destra contro sinistra, come siamo abituati nel dibattito mediatico odierno. Alfonso Berardinelli recupera la nozione culturale di politica, intesa come momento decisivo di riflessione e di discussione, di interpretazione critica del mondo. La sua non è una posizione atarassica o prettamente teorica, è piuttosto uno sforzo a guardare in faccia la verità e un contributo intellettuale a cercare di migliorare la società. Negli articoli che compongono la raccolta, quasi tutti tratti dal quotidiano “Il Foglio”, vengono affrontati temi di stringente attualità – dalle migrazioni alla crisi della sinistra, dalla dittatura digitale al terrorismo – oppure sono ripresi per la loro modernità analisi socio-politiche di letterati del calibro di Balzac e di Stendhal. Sono argomenti osservati con sguardo etico, senza infingimenti e pietismi edulcorati. La realtà va guardata per quello che è. Non è una questione politica è un piccolo ma prezioso libro che induce a pensare liberamente con la propria testa, cosa sempre più rara nel continuo reality show dell’era contemporanea.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER