Notte eterna

Notte eterna

Ora l’incubo è realtà. Appena settantadue ore dopo l’oscuramento totale hanno già il controllo delle strade, delle città, delle nazioni intere. Hanno radunato i migliori, i più intelligenti, i leader potenziali o reali. Li hanno ammassati negli stadi, nelle piazze, nelle grandi aree metropolitane. Non li hanno mutati in vampiri, no di certo. Al Padrone non interessa la concorrenza, chi può insidiarne il dominio sulla truppa fedele. Vuole la sottomissione, piuttosto. Così ha affrontato il problema in maniera "darwiniana". Ha riunito i migliori, i più ricchi, i più forti, i più potenti e li ha sterminati. Velocemente, senza storie, con determinazione. Un terzo della popolazione mondiale. Ha preservato solo i più mansueti, quelli che si arrendono più facilmente. Li ha preservati per le fattorie...

Con questo romanzo Del Toro e Hogan chiudono la loro trilogia vampirica, che non può certo definirsi memorabile. Nata come idea per una serie televisiva e trasformatasi in romanzo a seguito del fallimento del progetto televisivo, l’opera cambia nuovamente registro in questo suo conclusivo capitolo. Dopo il realismo à la "E.R." del primo romanzo e la sterzata decisamente orrorifica del secondo, qui abbiamo i toni apocalittico-catastrofici della distopia futura. I vampiri dominano il mondo e hanno asservito gli umani, che usano come bestiame. Lo stile narrativo rimane il solito degli altri capitoli, la storia si intreccia attraverso un "incastro" di scene e vicende diverse in cui sono coinvolti i singoli protagonisti. Un po’ come accade nelle serie televisive, questo aumenta il pathos e la suspense nel lettore che si ritrova catapultato in un presente alternativo da incubo. Il ritmo narrativo è sempre teso e non concede respiro. Dalla prima all’ultima pagina il lettore si ritrova sospeso nell’azione incalzante, costretto quasi a seguirne le vicende con il respiro mozzo. L’esperienza registica di Del Toro si fa notare senz’altro: la letteratura però è qualcosa d’altro.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER