Notti al circo

Notti al circo
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Fevver è una donna altissima, bellissima, dotata di ali. È considerata da tutti come la “Venere cockney”, ci tiene che tutti sappiano che è nata e vissuta a Londra. Lei stessa, raccontandosi, afferma di non essere stata partorita ma di essere stata “covata”. Ora gira il mondo come una star: è una delle donne più belle e ricercate del mondo. Chi ha la fortuna di parlarle non riesce a dimenticare il suo atteggiamento cortese, i suoi occhi, le ali e in pochi hanno la fortuna di conoscere la sua storia. Nata a Londra, ha vissuto per anni – da bambina – in una casa di prostitute, protetta e accudita da tutte loro come se fossero la sua famiglia. Lì ha scoperto di avere le ali e di poter far girare con il suo fascino la testa a chiunque. Cresciuta tra amore e agi, libri e con le cure della sua madre adottiva Lizzie (intelligente, rivoluzionaria e scaltra) Sophie (poi in arte Fevver) impara al momento giusto a volare. Una gigantessa dallo spirito generoso e onesto, con l'unica macchia di una grande avidità per denaro e gioielli. La casa di prostitute chiude dopo la morte della padrona, Ma Nelson, e tutte sono costrette a reinventarsi comprese Fevver e Lizzie: da un teatro dell'osceno a un ammiratore (aspirante giovane perenne) che ha per stemma un fallo alato, fino al circo del Colonnello Karney che la farà diventare una ricca stella di successo, Fevver rimane accanto alla sua madre adottiva Lizzie…

Notti al circo, secondo lavoro edito in Italia di Angela Carter, è un romanzo corposo e complesso dallo stile che potremmo quasi definire barocco. Ambientato alla fine dell’Ottocento, racconta la storia di Fevver e attorno alla sua una miriade di storie collaterali: quasi come se fossimo realmente catapultati in un circo dove ognuno ci racconta il suo passato. Angela Carter, londinese, è stata una scrittrice e una giornalista inglese, morta all’età di cinquantuno anni. Ci lascia in eredità lavori complessi, che fatichiamo a inserirli in un vero e proprio filone letterario, tra il realismo magico e la fantascienza con venature che hanno a che fare con la letteratura erotica. In Notti al circo il lettore si perde tra le storie, tra personaggi che si affollano e che hanno fatto parte della vita di Fevver: tutti “mostri”, tutti alla ricerca di una vita migliore, consapevoli di essere “unici” e bellissimi. La lettura non è scorrevole, bisogna prestare attenzione ai dettagli, concentrarsi sui particolari perché si viene sbalzati di storia in storia senza filtri. Forse è esattamente questo lo scopo di Angela Carter: mostrarci uno spaccato dell’umanità dolente e felice, allegra e amareggiata, ma sempre con il sorriso sulle labbra e la voglia di vivere e di non lasciarsi incasellare in comode definizioni. Fevver alla fine, con i suoi modi, ci mancherà e ci mancherà il suo mondo in cui essere se stessi, mostrare le proprie debolezze è l’unica vera forza, senza maschere, senza finzioni.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER