Ogni mio desiderio

Ogni mio desiderio
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 
Stella è una ventenne “sottile, squilibrata, selvatica, confusa”, in preda agli eccessi e con la testa piena di fantasie che fremono per essere realizzate. Daddy è un ricchissimo e attraente uomo di mezza età, un dominatore capace di attraversare, senza perdersi, gli affascinanti e pericolosi territori in cui il dolore e la sottomissione si sposano con il piacere. Il loro incontro – ragazzaccia sbandata alla ricerca della figura paterna & maturo signore esperto nel dosare punizioni fisiche e orgasmi – è un incendio, l’inizio di una storia di sesso-e-amore lunga anni, fatta di giochi erotici, tradimenti, gelosia, scenate teatrali, un po’ di sangue versato, sentimenti che sobbollono sotto la carne arrossata dalle punizioni e che pure non bastano per non mandare tutto in frantumi. Alla fine Stella volerà via, lontano dall’uomo che pure ama, sospinta da un’inquietudine invincibile, cambiata da quegli anni arroventati di piacere e sottomissione e forse pronta a una felicità meno sperocolata...
Stella Black: un nome che dichiara apertamente la propria natura di pseudonimo, di schermo, dietro la cui luce nera si nasconde una donna che ha ormai superato i cinquanta, alle prese con la ricostruzione di un passato sentimental-erotico turbolento e contorto, affannato e appassionato. Nessun riferimento a cose o persone è puramente casuale, dunque, in queste pagine roventi e al contempo eleganti, in questo romanzo di formazione hot dichiaratamente autobiografico, che suona vero e ruvido come le pagine dei diari di Anaïs Nin, miracolosamente al riparo da qualsiasi considerazione morale non si sa bene se in virtù di uno stile impeccabile o di una sincerità così manifesta e dolorosa da zittire qualsiasi bigottismo. Certo, che la storia tra Stella e Daddy sia autentica nessuno può garantircelo, potrebbe essere una trovata di marketing, ma che in questo romanzo palpiti e guizzi un frammento di vita è innegabile, e basta ripensare a certi casi erotico-editoriali di sconfortante vacuità ed esteriorità per rendersene conto. Non c’è dubbio: Stella Black merita l’assunzione immediata nell’empireo delle scrittrici erotiche.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER