Ora zero

Ora zero
Lilian Edinet ha solo vent’anni, studia in Inghilterra ed è figlia di un facoltoso imprenditore moldavo. Fin qui nulla di strano, se non fosse che è sparita nel nulla da circa una settimana. Un caso di sparizione come un altro forse, simile alle centinaia di sparizioni volontarie o meno a cui assistiamo ogni giorno. I servizi segreti britannici però non sembrano pensarla allo stesso modo. A complicare il tutto infatti ci si mette Nick Stone, veterano esperto delle SAS (Special Air Service), che ha deciso di non mettersi alla ricerca della ragazza perché la situazione non gli appare completamente chiara, nonostante sia l’unico in grado a poterlo fare. Che cosa nasconde nel suo passato? L’MI5 lo obbliga comunque a prendere parte attiva nella faccenda e quindi Stone, dopo qualche titubanza iniziale, decide di accettare la missione. È incoraggiato anche da Anna, una bellissima giornalista russa, che da non molto è entrata a fare parte della sua vita. Fin dalle prime battute Nick si rende conto di trovarsi di fronte a una vera e propria tratta di esseri umani, che lo porterà dall’Inghilterra all’Olanda, fino in Moldavia e in Danimarca. Il nemico però probabilmente è un altro…
Ora zero è il tredicesimo episodio a firma McNab, ex soldato speciale inglese dal 1984 che si serve di questo pseudonimo per sicurezza da quando ha iniziato a scrivere - ovvero nel 1993 - questa serie dedicata al pluridecorato SAS Nick Stone. Un romanzo di azione canonico questo, che mantiene però costanti le atmosfere da thriller fantapolitico tipiche dello scrittore inglese. Il personaggio di Stone è come sempre astuto e freddo, ma dotato anche di buon cuore e soprattutto di un sagace umorismo che risalta nei brillanti dialoghi. I contenuti poi sono come sempre ad alto tasso di azione e adrenalina. Consigliato soprattutto agli amanti del genere. 

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER