Ossessione

Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 

Charlie Everett è uno studente qualsiasi del liceo di Placerville, nel Maine. In una delle solite giornate di scazzo scolastico, quando non ha di meglio da fare che guardare le evoluzioni degli scoiattoli fuori dalla finestra, viene convocato nell'ufficio del preside Denver. Mesi prima della ramanzina ha infatti quasi ucciso il professore di Chimica. Invece di sottostare alle regole della scuola e di pentirsi del fatto, prende a male parole il superiore e se ne va fingendo di aver subito un abuso sessuale. Uscito, sosta qualche istante davanti al suo armadietto, giusto il tempo di prendere una pistola e dar fuoco ai suoi effetti personali. Torna in classe e con il revolver spara alla prof di Algebra, che muore sul colpo. Da qui in poi terrà in ostaggio la classe fino alla fine delle lezioni del mattino. Come riuscirà a tenere calmi un gruppo di tardoadolescenti eccitati e terrorizzati?

Ossessione è il primo libro scritto da Stephen King (ancora sotto lo pseudonimo di Richard Bachman), anche se in realtà è stato pubblicato in una raccolta di racconti lunghi successiva a Carrie. Il racconto potrebbe essere definita un’opera fantasma, in quanto negli Usa è stata definitivamente tolta dagli scaffali delle librerie, e quindi è reperibile oggi solo sul mercato dell’usato o in qualche buona biblioteca. Motivo del ritiro? Molti giovani americani che hanno realmente effettuato omicidi a scuola avevano nel loro armadio personale una copia di questo libro. E persino King si è mostrato accondiscendente con i suoi manager quando ha saputo che volevano escluderla dal mercato. Ma Ossessione è veramente così intenso? Sì. La trama, se vogliamo banale, non rende la complessità di queste duecento pagine, scritte in modo crudo, con dialoghi diretti e sboccati, che mimano alla perfezione la mente del tipico studente collegiale americano. Questa capacità di descrivere le paure, i ricordi - ovviamente scabrosi - d’infanzia, la volontà di ribellarsi all’autorità e la consapevolezza di vivere un periodo d’oro, che probabilmente mai ritornerà, sono i classici temi del primo King, esplorati e sublimati poi nel suo capolavoro It. Qui restano memorabili i dialoghi con i poliziotti e la lenta costruzione della seduta di ‘terapia di gruppo’ che Charlie inscena con i suoi compagni di classe. Ossessione è uno dei più interessanti libri sull’argomento scuola che siano mai stati scritti, di conseguenza andrebbe subito ripubblicato. King è un mago nel leggere i pensieri degli adolescenti e riesce a farci tornare dietro i banchi con tutte le paure e le indecisioni di quando non avevamo certezze. Siamo sicuri di averne acquisite poi? Siamo sicuri di non essere anche noi i primi che in un giorno superstress non userebbero la pistola contro il nostro capo? Ecco, Ossessione ci parla di questo. Senza moralità o giudizi di merito ci presenta una delle tante possibili forme di follia che potrebbero attraversare la nostra mente. Un giorno di ordinaria follia nelle aule di una scuola.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER