Pane vol.1

Pane vol.1
Huy abita a Rogan, un pacifico villaggio ai piedi delle montagne. Lui ed i suoi amici Mia, Ier e Tuànoi scorazzano a destra e manca e destando irritazione o preoccupazione della gente. Ma Huy non fa parte della comunità. È un esterno, raccolto in fasce ad accudito dal fabbro Bleda come un figlio. Huy viene dalle montagne. Le stesse che risvegliano in lui una grande curiosità e che incombono sul villaggio con tristi presagi. Le leggende di Rogan parlano di creature maledette che si annidano nei tetri anfratti della foresta. Ma Huy non crede alle leggende e con i suoi amici più fidati si inoltra nel profondo dell’oscurità, oltre il fiume. Finché un giorno il Consiglio del paese li convoca a causa di una bravata. Sarà quello il motivo reale o forse le giornate passate sulle montagne e le storielle raccontate nei locali la sera? I cattivi ragazzi di Rogan vengono ammoniti ma questo per loro significa solo una cosa: devono scoprire cosa si nasconde nei boschi ad Est…
Questo romanzo è un esperimento. Lo specifica la stessa casa editrice che lo presenta al pubblico consapevole di proporre una sfida. E di esperimenti come questi ne avremmo bisogno, vista la trama avvincente e la storia che lascia senza fiato. L’azzardo in questo primo capitolo de La leggenda degli uomini di legno e di sangue, però, in questo caso, è nella narrazione multiselettiva: ovvero è compito del lettore capire chi sta parlando, capitolo per capitolo. I personaggi non hanno un volto e devono essere interpretati attraverso il racconto stesso. Ma ciò che suscita maggiori emozioni sono le descrizioni dei luoghi, non tanto dal punto di vista fisico, ma da quello delle sensazioni. Foresta non è solo un insieme di alberi ma un essere senziente, che è disposta a tutto per riportare la pace e rimediare agli errori degli umani. Questo primo libro della trilogia di Billai apre le porte ad un genere nuovo non adatto a tutti, per il linguaggio ed i temi trattati. Ma chi si vorrà addentrare nelle oscurità di questo romanzo non ne resterà deluso!

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER