Pensieri notturni

Pensieri notturni

"Per favore chiudete il sipario

Abbiamo lavorato abbastanza

Per favore chiudete il sipario

Abbiamo vomitato l'anima abbastanza

Non abbiamo più nulla da dire".

Gli ultimi anni della sua vita la celebre star Marlene Dietrich li passò lontana dalle luci di Hollywood, chiusa in un dorato isolamento a Parigi. L'anziana attrice passava notti insonni a mettere su carta pensieri, versi, ritratti, parole...
La figlia Maria Riva ha finalmente reso pubblici quegli scritti: una carrellata di attori, registi, scrittori, impresari, intellettuali che in qualche modo hanno avuto un ruolo e un'importanza nella vita della Dietrich, che dedica ad ognuno di loro un breve pensiero. Amori, antipatie, pensieri affettuosi: Charles De Gaulle accanto a Yul Brynner, Billy Wilder accanto a Ronald Reagan, Richard Burton accanto ad Erich Maria Remarque. Un volume prezioso, riccamente illustrato da decine di foto di grande formato, che ci svela una Dietrich lontanissima dallo stereotipo di Lilì Marlene, una donna capace di amarezze e rimpianti ma anche di affetti profondi, e soprattutto una poetessa di tutto rispetto.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER