Picnic a Hanging Rock

Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

14 febbraio 1900. Nel college Appleyard fervono i preparativi dell’annuale picnic di San Valentino, che quest'anno si svolgerà alle pendici della maestosa Hanging Rock, una formazione di roccia preistorica che si erge nel mezzo del fitto bush australiano. Le studentesse del college (tutte meno la piccola Sara Waybourne, in punizione per il suo scarso rendimento in Letteratura) fremono di impazienza ed eccitazione, e per l’occasione indossano eleganti abiti, guanti e cappelli bianchi. Il viaggio in calesse verso Hanging Rock si svolge senza intoppi eccezion fatta per il caldo soffocante dell’inverno australe, e la giornata promette di essere magnifica. Poco dopo essere giunte sul posto, quattro studentesse (le tre più anziane e preparate, Marion, Irma e Miranda, e la grassa e semi-idiota Edith) si allontanano per una breve passeggiata sui costoni più bassi dell’Hanging Rock. Ma dopo qualche ora non sono ancora tornate. Preoccupata, la signorina McCraw, la loro insegnante di Matematica, decide di andarle a cercare. Di queste cinque persone, l’unica che tornerà sarà Edith, lacera e sconvolta per aver corso attraverso i rovi e incapace di raccontare ciò che è successo alle sue compagne e alla professoressa. Le ricerche - effettuate anche con cani ammaestrati e durate per giorni e giorni - sono vane e vengono ben presto sospese, ma un giovanotto che ha assistito da lontano al picnic delle educande e si è invaghito della bellissima Miranda non sa darsi pace e decide di tentare la scalata della misteriosa Hanging Rock...

Come nasce un mito? Come si accende e si mantiene viva la fiammella dell’interesse di centinaia di siti internet, migliaia di articoli giornalistici, decine di migliaia di fan? Come si costruisce un longseller capace di attirare un pubblico assolutamente trasversale ed eterogeneo? Noi non lo sappiamo, ma Joan Lindsay evidentemente l’ha scoperto, perché con questo romanzo (sostanzialmente l’unica cosa degna di nota in una carriera oscura, per non dire di basso livello, e arrivato quando l’autrice australiana era ormai molto anziana) è riuscita in tutte le difficili imprese di cui sopra. C’è chi attribuisce tanto successo all’aura di mistero legata alla vicenda narrata, con tanto di strizzate d’occhio agli amanti del sovrannaturale (si tratterebbe di un caso di abduction, nientemeno) e voci secondo le quali il romanzo sarebbe stato ispirato a fatti reali fatte circolare ad arte (in realtà la vicenda è pura fiction). Altri ne fanno una questione meramente estetica, sottolineando la potenza dell'accostamento tra fanciulle in abiti vittoriani e paesaggio preistorico australiano (questa sarebbe la lettura del regista Peter Weir, autore nel 1975 del pluripremiato e visionario film tratto dal libro). Sia come sia, Picnic a Hanging Rock è magistrale nel catturare l’atmosfera unica di un afoso pomeriggio del giorno di San Valentino (giova ricordare che in Australia febbraio cade in piena estate), un pomeriggio immoto nel quale un mistero si compie senza che nessuno riesca né a comprenderlo né a risolverlo: il finale aperto delude (o esalta) a tal punto i lettori che nel 1980 la scrittrice Yvonne Rosseau pubblica un libro che avanzava ipotesi e possibili soluzioni del giallo delle studentesse scomparse. Tutte rigorosamente diverse da quella che la Lindsay aveva immaginato, occorre dirlo. Il romanzo infatti nella primissima versione conteneva un diciottesimo capitolo nel quale tutti i nodi venivano al pettine, ma l’autrice preferì saggiamente rimuoverlo nella versione pubblicata, almeno fino al 1987, quando a furor di popolo una versione director’s cut (The secret of Hanging Rock) apparve sugli scaffali delle librerie, come volevasi dimostrare con un successo infinitamente minore dell’originale. Perché in storie come questa, in libri come questo, ciò che conta di più non è quello che si sa, ma quello che non si sa.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER