Possessione

Possessione
La London Lybrary trasuda storia e poesia, è cupa e silenziosa ma nello stesso tempo chi ne ha la capacità riesce ad ascoltare i versi, le parole di autori che hanno segnato un marchio indelebile nella letteratura inglese. È per questo che Roland Mitchell, giovane studioso londinese, adora questo posto e vi passa moltissimo tempo, ed è proprio qui che finisce tra le sua mani un libro di Vico appartenuto al poeta vittoriano Randolph Henry Ash, all’interno del quale sono nascoste due missive rivolte a una donna misteriosa. Roland è l’assistente del professor Blackadder, uno tra i due più autorevoli conoscitori di Ash, il cui rivale di è una altro insigne docente e studioso,  Mortimer Cropper. A Blackdedder Roland menziona la scoperta di alcune note ma non fa cenno alle lettere, avido di portare a termine le sue scoperte. Riesce a scoprire l’identità della donna amata da Ash, tale Christabel La Motte, poetessa poco nota ma riscoperta tardivamente, grazie a un mini poema epico dal contenuto fortemente femminista.  Proprio nel tentativo di saperne di più su questa poetessa, Roland si imbatte in Maud Bailey, altra giovane studiosa che presso l’Università di Lincoln manda avanti un centro di documentazione sulle donne e risulta essere una tra le maggiori  esperte della semisconosciuta letterata. Decide così di coinvolgerla in questa ricerca, rivelandole le sue scoperte: nascerà un sodalizio professionale intenso volto a chiarire i contorni di questa storia e nello stesso tempo un coinvolgimento che varca i confini del lavoro e entra in quelli del sentimento…
Possessione è quella che un lavoro tanto intenso e appassionante come la ricerca filologica fa provare a chi, fortunato, può permettersi di svolgerlo. Possessione è un sentimento fortissimo che lega due persone l’una all’altra quasi senza spiegazione, come una forza superiore che impedisce l’allontanamento reciproco. Possessione di Antonia Byatt è un romanzo straordinario che esprime entrambe queste sfumature: mai titolo fu più appropriato per “una storia romantica”, come suggerisce il sottotitolo anch’esso calzante, appassionante e coinvolgente da giustificare senza remore il successo immediato, di pubblico e di critica, di quest’opera, che si è aggiudicata immediatamente in Inghilterra il Booker Prize, in seguito molti altri premi internazionali fra cui, per l'Italia, nel '95, il Malaparte ed è stata tradotta in 27 lingue. Una storia romantica atipica, badate bene: al sentimento si unisce la brama d’investigazione, le atmosfere cupe e inquietanti di una detective story si uniscono agli stilemi e al linguaggio romanzesco, realizzando un tutt’uno con generi e modalità letterarie diverse, incredibilmente originale. Possessione è anche la sensazione che prova il lettore di fronte al romanzo, incapacitato a staccarsene prima di aver scoperto la verità così ben celata tra i segreti ottocenteschi e quelli dell’odierna Inghilterra.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER