Prestiti scaduti

Prestiti scaduti

“Tornava tardi la sera?” Koutsovelis si mette a ridere. “Signor commissario, chi viene in vacanza ad Atene i primi giorni fa il giro dei monumenti e poi cosa gli resta? La vita notturna. In particolare questi che vengono dall’Europa centrale o settentrionale impazziscono per la vita notturna, perché nei loro paesi vanno a dormire con le galline e si svegliano con i galli”. “Bene, non ho bisogno di nient’altro. Ora salgo nella sua camera”. “Se mi cerca mi trova qui”, dice Pouliasis. Lo ringrazia e sale al quinto piano. Nella stanza 502 Dimitriou e Dermitzakis sono già al lavoro. Il letto è sfatto, quindi hanno anticipato la cameriera. Dà un’occhiata veloce intorno. La valigia è sul trespolo per i bagagli. Su una piccola scrivania è poggiato un computer portatile collegato a Internet. Di fianco alla scrivania c’è una grossa cartella portadocumenti, ma non vede fogli. Apre la cartella e sono tutti dentro, in bell’ordine. Evidentemente, dal momento in cui è andato in vacanza, de Mor non ha più aperto i documenti di lavoro, come fa ogni persona sensata. “Trovato qualcosa?” chiedo a Dimitriou. “Moltissime impronte digitali, ma non ho speranze di trovare qualcosa di sconvolgente. A parte le impronte della vittima, le altre saranno della cameriera e del personale che andava e veniva dalla stanza. Il computer lo spedirò in laboratorio per analizzarlo”…

È talmente contento che fa l’impensabile: si cambia la macchina. Via la gloriosa Mirafiori, arriva una più moderna Seat Ibiza, con tanto di navigatore satellitare. L’occasione è lieta: Caterina, finalmente, si è sposata col suo Fanis. Ma la gioia dura poco: piomba fra capo e collo, sospesa sulla sua testa come la spada del conterraneo Damocle, una nuova e complicata indagine, la sesta della serie di cui è protagonista. Il problema è che avranno anche l’ardire di togliergliela l’indagine, al buon Charitos: perché diventa ben presto un intrigo internazionale, tanto per citare il maestro Hitchcock, delle cui pellicole questi gialli hanno il ritmo e la pregevolissima fattura, in cui tutto funziona alla perfezione come nel meccanismo di un orologio di una premiata manifattura elvetica. Due direttori di banca (a cosa vi aveva fatto pensare il titolo, a quel romanzo che ancora non avete riportato in biblioteca?), fra cui un inglese, finiscono infatti decollati, con ogni probabilità con un’affilata spada, come il San Giovanni di biblica ascendenza. E si sa che gli agenti di Scotland Yard non sono propriamente noti per non essere dei veri maniaci del controllo. Ma Charitos ha intuito, intelligenza, competenze da vendere e da appendere. E un neo-genero piuttosto ben disposto ad aiutarlo.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER