Prima di sposarti ero molto più in forma

Prima di sposarti ero molto più in forma
Una coppia di coniugi già in là con gli anni decide di regalarsi un viaggio per festeggiare i cinquant’anni di matrimonio. La meta è St. Petersburg, ovvero “la Palm Beach dei poveri”, anche se in realtà si tratta di un luogo abbastanza rinomato, nel quale le persone sono quasi costrette a chiedere prestiti alle banche quanto i loro cugini ricconi di Palm Beach per godersi qualche giorno di relax. A vivacizzare la vacanza, l’incontro con l’ex fidanzato di gioventù di Edie, anche lui a St. Petersburg con la moglie. Non mancheranno gelosie e “sfide” tra uomini… Irma e Bob trascorrono la prima luna di miele alle Bahamas. Tutto sembra perfetto: il clima, il mare, la gente. Così Irma decide di scrivere una serie di lettere alla sua migliore amica, Esther, per raccontarle quanto meraviglioso sia quel posto e, soprattutto, il rapporto con il marito. Un marito a prima vista premuroso, ma che si rivela essere il tipico neosposo attento a proteggere la moglie da ogni possibile insidia: tavoli appartati al ristorante, servizio in camera per evitare di essere disturbati, massima attenzione agli sguardi altrui mentre la moglie è in riva al mare in costume da bagno, e così via. Nonostante l’estrema ossessività e asocialità di Bob, Irma è felice. Ma non sarà così tre anni dopo, quando i due sposi si recano nuovamente alle Bahamas per ripetere quell’esperienza da sogno. È qui che Bob dedica intere giornate a giocare a golf o a carte con gli altri ospiti dell’albergo, mentre Irma resta in camera a scrivere lettere piene di sofferenza alla sua amica…  È il nono anniversario di matrimonio dei coniugi Taylor. Ma per Louis è un giorno come un altro: aveva ricordato quella data così importante solo i primi sette anni di vita insieme a Bess. Ormai il passatempo preferito di Louis è leggere lo Star ad alta voce, condividendo piccole notizie insulse insieme a sua moglie, la quale però non pare minimamente entusiasta dell’abitudine del marito. Una coppia in cui la noia si è insidiata a tal punto che Bess, come regalo d’anniversario, non vorrebbe ricevere un mazzo di fiori, bensì un pugno in un occhio per sentirsi nuovamente viva…
Ring Lardner ci regala tre brevi ma intensi racconti in cui la protagonista è sempre la stessa: la noia matrimoniale. Coppie d’altri tempi si alternano mostrando quanto ripetitiva e triste possa essere una vita senza più stimoli e interessi. E forse anche senza più quel sentimento, quella passione che anni prima aveva animato le giornate dei coniugi. Non manca l’umorismo nel libro pubblicato da Mattioli 1885: Lardner descrive quadretti da famiglia borghese americana in modo semplice, leggero e diretto, soffermandosi sulle irrinunciabili abitudini di queste coppie come giocare a carte o a golf, ballare sotto le stelle, chiacchierare con altre coppie in vacanza e lasciarsi andare a critiche e battibecchi di ogni tipo, velati sempre dall’immancabile bon ton anni ‘20. Apparentemente felici, i protagonisti di questi tre racconti desiderano un cambiamento, una svolta che possa permettere di raggiungere quel briciolo di soddisfazione all’interno della vita matrimoniale. O, più semplicemente, forse vorrebbero tornare indietro con gli anni, quando l’amore era scoppiettante, le donne avevano un aspetto più fresco e gli uomini non dimenticavano gli anniversari. “Prima di sposarti ero molto più in forma”, fa presente Lucy al marito nel primo racconto. Come darle torto. 

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER