Programma di MT

Programma di MT
Nel 1957 lo yogi Maharishi Mahesh pose fine al suo ritiro silenzioso in Himalaya per fondare il  movimento con il quale ha raggiunto ogni Paese del mondo. Pervaso da profonda armonia, lo yogi assunse come sua meta insegnare a quante più persone possibili un metodo semplice e che non richiedesse particolari conoscenze per superare la sofferenza. Il suo programma, col quale si affacciò in Italia per la prima volta nel 1961, prende il nome di Meditazione Trascendentale e grande impegno fu rivolto ad un’investigazione anche scientifica della tecnica per superare lo scetticismo occidentale. Il fisiologo americano Wallace sul finire degli anni Sessanta vedrà pubblicata sull’autorevole rivista Science e su Scientific American la sua tesi sugli aspetti fisiologici correlati alla pratica meditativa e da quel momento sempre più persone di qualunque età ed estrazione sociale hanno lasciato entrare nella loro vita un programma di Meditazione Trascendentale…
Il famoso regista americano David Lynch con la sua Fondazione sta cercando di diffondere la tecnica di Maharishi Mahesh anche negli strati più poveri della popolazione, tra i senzatetto, le donne vittime di violenza, i ragazzi abbandonati. Lui stesso sostiene che “la pace dell’individuo è l’elemento unitario della pace nel mondo”. Della stessa idea anche Philip Goldberg, autore di questo manuale, insegnante di meditazione, scrittore e sceneggiatore di Los Angeles che ci spiega che cos’è la trascendenza e cosa succede durante questa pratica. Prova a rispondere alle domande che potrebbero nascere spontanee e analizza le motivazioni che rendono indispensabili, quanto mai in questo frangente storico, la crescita spirituale e la realizzazione di sé, non solo e non tanto per il singolo individuo quanto per l’intera comunità che lo circonda.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER