A proposito di Vincent van Gogh

A proposito di Vincent van Gogh
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Articolo di: 

Vincent van Gogh ha un fuoco dentro che appassiona quelli che lo incontrano. L’entusiasmo lo porta verso il sogno di fondare l’Atelier du Midi e vuole che Paul Gauguin ne sia a capo. Il bisogno di calore si esprime nel giallo vivo delle sue opere: un bisogno di riscaldare l’anima e allontanare le paure. Gauguin invece ama il rosso e insieme, ad Arles, dipingono e litigano per i colori. Ma Vincent non è infiammato solo dal sacro fuoco dell’arte: gli oppressi, i semplici lavoratori, i poveri cristi sono l’oggetto del suo ardente amore cristiano. Quaranta giorni di veglia accanto ad un minatore che neanche conosce. Per Gauguin (e non solo per lui) è decisamente, irrimediabilmente, indubbiamente pazzo. Neanche la neve e la povertà lo rendono più egoista, più attento a salvaguardare la sua salute: quel poco che riesce a racimolare con la vendita di alcune sue opere finisce nelle mani di chi è più sfortunato di lui. Nonostante l’amicizia sincera che li lega, Vincent e Paul, così diversi, non possono restare troppo tempo nella stessa stanza: l’uno sicuro e appassionato, l’altro incerto e preciso. A dispetto del disordine insopportabile che regna sovrano nella camera, Paul non può che ammettere quanto potenti siano le opere di Vincent…

 

 

Un’amicizia sincera ma burrascosa tra due pilastri dell’arte pittorica che appassiona anche chi alla pittura non si è mai avvicinato. Paul Gauguin, più avanti con gli anni rispetto al giovane e talentuoso olandese, scrive diversi articoli che si riferiscono alla loro breve convivenza negli ultimi tre mesi del 1888. Lo fa per raccontare, con sguardo delicato ma fermo, la sua verità su van Gogh. E rettificare le fastidiose voci che circolano nel suo ambiente. Con questi sentimenti il pittore simbolista francese dipinge (è proprio il caso di dirlo) un van Gogh insolito, che fa tenerezza. Un uomo in ricerca, capace di una potenza espressiva che colpisce unita ad una passione per l’umanità che travolge. I tre scritti di Gauguin sono arricchiti da disegni originali del pittore olandese e da foto d’epoca, e corredati da puntuali note di approfondimento. Il volumetto di poche pagine è edito nella collana “iquadernidiviadelvento” che fa rivivere testi introvabili del Novecento, ed è stampato in soli duemila esemplari: un quadernetto stilisticamente ricercato e prezioso. A restituire, grazie a Susanna Mati che ha curato l’opera, un altro pezzo di storia. Quella che nei manuali ancora non c’è.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER