Qui e ora

Qui e ora
23 aprile 2010, Haverstraw Creek. Ethan sta andando a pesca da solo perché suo padre lavora. Non ricorda bene il percorso tra i rovi per raggiungere il fiume, quando alla fine esce dal bosco si accorge di non essere sbucato nel solito punto, ma pensa che comunque l'acqua e i pesci sono gli stessi. È tutto diverso oggi:  il lancio serve proprio a prendere i pesci, non a mostrare al padre la sua bravura. Anche l'aria è diversa, come se non fosse perfettamente immobile. Strizza gli occhi, li socchiude: è proprio così, sul pelo dell'acqua l'aria si increspa, si muove e si disperde in maniera visibile, invece vicino al ponte è ferma. All'improvviso intorno a lui l'aria è come un ribollire di liquido e la luce del sole s'infrange in mille colori. La canna da pesca gli sfugge di mano, Ethan è attirato al centro del fiume dove l'aria liquida si fonde con l'acqua del fiume, perde la cognizione dello spazio, del tempo.Quando viene rigettato sulla terraferma, riapre gli occhi e tra gli alberi, nell'aura scintillante c'è una ragazza, nuda, bella...
Uno stile semplice, scorrevole, un linguaggio pulito, un'ottima traduzione, una trama coinvolgente con tutte le caratteristiche per essere portata sul grande schermo. Ann Brashares attraverso i suoi  personaggi, che tornano nel presente grazie a un portale temporale, propone una riflessione sul futuro del nostro pianeta e dell'umanità, spinge a vivere consapevoli, perché ciò che facciamo oggi avrà ripercussioni sul domani. Una scossa alle coscienze intorpidite quando ancora abbiamo possibilità di scelta e tante informazioni scientifiche e conoscenze tecniche e risorse naturali che ci permettono di cambiare comportamento e salvare il mondo. Tra qualche decina di anni forse non sarà più possibile. Ma l'autrice lo scrive con grazia, senza toni apocalittici, semplicemente raccontando la quotidianità dal punto di vista di chi ha perduto tutto quello che per noi è scontato. Ci sono suspense, mistero, sentimenti, il primo amore, la passione, il senso del dovere e quello dell'appartenenza. Una lettura piacevole e coinvolgente, che va bene per giovani e meno giovani.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER