Racconti

Racconti
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Dopo la scomparsa della madre, il piccolo Henry viene affidato alla zia Mina che abbandona la sua carriera di attrice per fargli da tutore. Mina, però, non sa rinunciare ai costumi, alle pose, alle messe in scena e così ricrea il suo mondo in casa, un mondo di travestimenti, dove c’è spazio anche per un bel vestito da bambina per suo nipote Henry… Raymond era quello più sveglio, quello che ti insegna a fumare, a bere whisky, a sballarti di marijuana, quello che per uno scellino ti farà vedere come son fatte le donne, quello che ti insegna a masturbarti: ed allora il sesso diventa un’ossessione, anche quando devi badare alla tua sorellina… Un uomo adulto ogni giorno vede la stessa donna, osserva i suoi vestiti, il volto, la postura sempre perfetti. Deve averla assolutamente. E può farlo. Con una scusa entra nel negozio, compra qualcosa e, con un buon extra, acquista anche quel bellissimo manichino di cui è perdutamente innamorato…

First love, last rites ed In between the sheets vennero pubblicati per la prima volta, rispettivamente, nel 1975 e nel 1978. Furono i primi testi editi da un giovane Ian McEwan che, sempre nel 1978, avrebbe firmato il suo primo romanzo Il giardino di cemento. In queste due raccolte di racconti, che Einaudi propone in una unica soluzione, si riconoscono, infatti, ben già radicate, certe tematiche che avrebbero trovato più spazio proprio nei romanzi brevi che li avrebbero seguiti a breve. D’obbligo citare il nomignolo “Ian Macabre” che McEwan si guadagnò con queste short stories incentrate su ossessioni e devianze - sessuali e non – o su brusche adolescenze ed ogni volta cariche di atmosfere grottesche e perturbanti. L’autore saggiamente però non si rifugia in una “violenza” spicciola e materiale (e banale), ma si affida a percorsi più sottili, più mentali, ad intricate psicologie dalla spiazzante crudezza e sempre indagate con un la meticolosa prosa di cui già si dimostrava padrone. Più tardi sarebbero arrivati la fascinazione per la scienza, la curiosità per la religione, spunti di riflessione più maturi e complessi, persino una sorta di sperimentazione di genere ed un apparente ammorbidimento del suo famoso bisturi letterario, ma certo è che ciò che rappresentano questi testi non è da considerarsi solo una mera fase iniziale, ma un punto di partenza germinale verso quelle opere più adulte ed elaborate che nel tempo lo hanno consacrato.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER