Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Un gruppo di partigiani in fuga si accorgono di essere seguiti da una ragazza e devono capire se si tratta di una spia oppure no; quattro partigiani vengono attirati in un’imboscata; nella città di Alba viene trattata la resa e lo sgombero delle truppe fasciste; un ragazzo di 12 anni vive il suo battesimo del fuoco; un partigiano viene catturato dai tedeschi e decide di farsi esplodere...

Una generazione segnata, autori che hanno vissuto la guerra di Liberazione in prima persona come partigiani o come testimoni raccontano storie, facce, drammi e speranze della lotta armata che dal 1943 al 1945 ha insanguinato l’Italia occupata. “Sembra arrivato il momento di liberarci dell’automatismo che ci porta ad associare spontaneamente alla Resistenza una letteratura scialba e fortemente ideologizzata, tutta pugni al vento e bandiere rosse, scarpe rotte eppur si deve andar: una letteratura cioè pericolosamente vicina alla propaganda politica, interamente asservita alla battaglia ideologica e comunque disposta a sacrificare tutto (ricchezza del vocabolario, sfumature psicologiche e stilistiche, necessità espressive) all’esigenza primaria di comunicare un messaggio chiaro in modo che fosse comprensibile a tutti”, scrive il curatore Gabriele Pedullà nella sua introduzione. La presenza di racconti di autori di assoluto rilievo come Calvino, Rigoni Stern, Caproni, Fenoglio, Pavese, Levi, Moravia dà a Racconti della Resistenza autorevolezza e sobrietà. Il valore letterario delle opere presentate è accompagnato da un impianto redazionale di tutto rispetto, con una divisione per aree geografiche, una dotta introduzione generale e una introduzione dedicata ad ogni singolo autore che ne tratteggia sinteticamente bibliografia e biografia.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER