Ragazze che scompaiono

Ragazze che scompaiono

La cosa buffa del sopravvivere ad un incidente mortale è che tutti penseranno che tu debba vivere felice, inseguendo sogni, miraggi, farfalle nei prati in fiore. Lo pensa anche Dara. Non è affatto così. La vita è quella che è. Nonostante tu sia una persona sopravvissuta. Nick e Dara, sorelle dapprima inseparabili, diventano – dopo l’incidente avvenuto a Dara, che resterà sfigurata per il resto della vita – quasi due sconosciute. Nonostante Nick tenti in tutti i modi di avvicinarsi, Dara si allontana sempre più con un misto tra acredine e crudeltà, divenendo sempre più spietata. Così, quando Dara il giorno del suo compleanno scompare, tutti pensano sia una vendetta, crudele e ragionata. L’unica a collegare la scomparsa di Dara a quella di una bambina di nove anni è Nick…

Lauren Oliver, autrice di molti besteller per i più giovani (si pensi alla trilogia Delirium), si cimenta con un thriller dalla struttura abbastanza classica e dalla storia inizialmente molto semplice. Nonostante alcuni passaggi a vuoto nel corso di tutto il romanzo, il plot si fa sempre più avvincente ed intrigante man mano che ci si addentra nella lettura. La scrittura è paratattica, poco complessa e favorisce la lettura scorrevole e leggera. La Oliver sa come farci restare con il fiato sospeso e con la voglia di leggere il capitolo seguente e l’altro ancora: Ragazze che scompaiono si divora in una notte insonne, o in un pomeriggio libero prima che le vacanze estive siano ormai un ricordo sbiadito.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER