Rio bar

Rio bar
Donne protagoniste della guerra civile  nei territori dell'ex Yugoslavia raccontano quello che è stato, il dolore subito, il fulmineo ritrovarsi tra macerie, relazioni spezzate, coprifuoco e sangue raffermo. Voci diverse come il punto di vista da cui partono o le vite che rappresentano narrano la notte in cui un bombardamento le ha svegliate senza preavviso, costringendole a nascondersi in tane sicure insieme a mille altri disperati, o in cui la violenza ha deturpato per sempre la loro anima, strappandogliela con forza. A loro le notizie dei quotidiani, le risoluzioni dell’ONU o le considerazioni postume non riconsegneranno i morti (che solo tra i croati ammontano a 12.131) di quella che viene definita una “guerra patriottica”...
In una delle vicende raccontate, significativamente, una donna constata prima di morire che non è riuscita a fare nulla di intelligente o a cambiarsi d’abito. Ivana Sajko descrive magistralmente proprio questo senso di accidentalità e imprevisto di cui si è per forza in balia durante un conflitto. La sensazione di non poter aspettare un domani o di progettarlo; imparare invece a viverlo fino in fondo anche facendo sesso in container diroccati con il rischio di disturbare il sonno degli altri abitanti. La narrazione è estremamente veloce e segue lo stesso ritmo delle emozioni provate; i dialoghi sono serrati, il linguaggio colloquiale e spesso volgare. C’è poi un’altra cosa che pervade le storie collegandole dalla prima all’ultima pagina: la nausea, il disgusto, il fastidio interno, spesso intestinale per un vivere quotidiano violato. Tutto é viscerale, “di pancia”: queste donne vomitano, maledicono gli odori di piscio e cadavere che le circondano, provano ripugnanza per un corpo maschile che non le rispetta e che approfitta di loro. Come dice Liliana Avirovic nella bella postfazione, “Rio Bar è un romanzo in cui l’ebbrezza della poesia e del ritmo […] sono infatti immediati al punto di provare dolore fisico”.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER