Romeo

Romeo
Nick aveva promesso a sua moglie Sherrie che sarebbe riuscito prima o poi a farle vedere un lupo. Lei, così impegnata nella lotta per la salvaguardia degli animali, desiderava da sempre un incontro con l’animale simbolo della vita selvaggia. Si sarebbe accontentata anche di un minuscolo puntino scuro all’orizzonte. Nick sta per mantenere la sua promessa, ma neanche lui, ex cacciatore nelle terre dure e sconfinate dell’Alaska, può immaginare quello che sta per accadere. Il lupo nero, nella luce tenue del crepuscolo, non rimane fermo sul ghiaccio lungo la linea degli alberi, ma comincia piuttosto a muoversi a passo deciso verso di loro, immobili e imbacuccati per il freddo intenso, con Dakotah al loro fianco, la loro femmina di labrador. Arrivato a quaranta metri da loro il grosso lupo, in piedi con le zampe rigide e la coda inarcata sulla schiena, attende che Dakotah si liberi dalla presa di Sherrie e lo raggiunga. È solo l’inizio di una grande avventura…
Per Nick Jans, scrittore e fotografo naturalista, l’incontro con quel grande lupo nero battezzato Romeo è uno di quelli che sconvolgono irrimediabilmente l’esistenza. A questa storia che si legge come un romanzo ma che ha l’autorevolezza di un saggio nel trattare la biologia e l’etologia delle specie, è impossibile non rimanere agganciati. Una storia in cui le contraddizioni profonde che contraddistinguono la nostra specie, si intrecciano con la magia di un incontro che affascina e spaventa, che provoca emozioni contrastanti e che in ogni caso riporta ad un antico legame. Emozionano le splendide fotografie che ritraggono Romeo tra la neve e il ghiaccio di Juneau, uno straordinario lupo nero che ha scatenato, del tutto inconsapevole, l’amore e l’odio di un’intera comunità.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER