Se dici guerra…

Se dici guerra…
Conflitto armato tra nazioni sovrane. Bombardamenti intelligenti con stragi di civili. Scorrerie di bande paramilitari in città e villaggi. Morte atomica. Tregua per preparare gli ordigni, i combattenti, le tattiche, gli arsenali di domani. Possiamo dirlo in tanti modi: ma è sempre della guerra che stiamo parlando. Quella cosa che coinvolge puntualmente gli Stati Uniti, spesso l’Europa (Premio Nobel per la Pace non molti anni or sono), qualche volta l’ONU. Da venticinque anni anche l’Italia, chiamata in servizio effettivo permanente dall’ormai sessantacinquenne (e la vecchiaia si sente tutta) Patto Atlantico. Chiamata ad ogni sorta di collaborazione: nella produzione e nel commercio di armi e apparecchiature militari (altro che l’alta moda: sono sempre stati Valsella, Beretta, Agusta i marchi italiani che vanno per la maggiore), negli interventi diretti in ogni parte del mondo, nelle operazioni di spionaggio. La guerra permea ogni aspetto del vivere civile dei Paesi occidentali, non solo dell’Italia, anche in tempo di pace. E viene il sospetto che la “guerra guerreggiata” non sia altro che «il risvolto più brutale del nostro modo di produrre e di consumare»…
Un libro scritto a più mani - con tanta lucidità che verrebbe da riportare pari pari, a mo’ di recensione, l’intera pagina di apertura – in cui si affronta il tema della guerra in molti suoi aspetti diversi e da altrettante prospettive: l’affare globale delle spese militari, la NATO e gli eserciti professionali, la questione della sovranità nazionale e della situazione internazionale dopo la guerra fredda, le armi nucleari, il contesto europeo e perfino un punto di vista sindacale sulla produzione militare. Nessuno vuole sostenere che “farla finita con l’industria della morte” possa essere facile o rapido. Ma è necessario: almeno se si ama la pace. E riuscirci è tutt’altro che impossibile. Questo libro spiega perché. E lo fa molto bene.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER