Senti le rane

Senti le rane
Siamo in Pianura Padana, in una “mediopoli” non meglio definita: Gerasim e Sogliani cominciano a sparlare del loro amico Zuckermann quando questi si allontana dal tavolino del bar a cui i tre sono seduti, raccontando di quando era parroco a Zobolo Santaurelio Riviera, località balneare di “fascia bassa”. Ebreo convertito al cattolicesimo, Zuckermann riceve la chiamata al sacerdozio in un frangente tutt’altro che mistico ma è bello, giovane e di buone maniere e gira innocente per il paese in sella alla sua Fornari. La comunità di Zobolo - compressa nell’ideologia e cieca di fronte ai segni - lo adora, attribuendogli presunti miracoli e interpretando ogni suo sbadiglio come un possibile messaggio divino. Ma se la via della santità è tutta in discesa, allora come ci è arrivato Zuckermann in riva a quel fosso, dove siede con lo sguardo allucinato e i vestiti laici addosso?
Due incredibili affabulatori per un esilarante siparietto di straordinaria originalità e potenza: questo, in due parole, il libro di Colagrande, di cui vedrei davvero bene una trasposizione teatrale. L’autore, Premio Campiello 2007 col romanzo d’esordio Fìdeg, scrive in modo comico e intelligente, spingendoci alla profondità ma senza farcene sentire il peso: perché di riflessioni - o forse meglio dire digressioni - i suoi improbabili narratori ce ne regalano a bizzeffe, con quella voce ammiccante e un po’ saccente di chi sembra avere capito tutto della vita. Se, come recita la filosofia morale, il male si annida in ognuno di noi e ancor più tra i virtuosi, l’ex prete (quasi una versione “molliccia” del cazzuto Don Camillo di Guareschi) diventa l’emblema di un’esistenza manovrata dall’infido burattinaio, zeppa di richiami demoniaci che raggiungono l’apice nell’apparente innocenza del gracidio delle rane. Piovono giudizi al limite della ferocia su tutta l’umanità: tra un semiserio filosofeggiare e colorite espressioni dialettali, la voce dei due cialtroni merita di essere ascoltata.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER