Sette racconti impossibili

Sette racconti impossibili
Ramiro, uno scrittore in crisi creativa perché da due anni non ha un amore, decide di scrivere la storia di Joaquin, uno scrittore affermato impegnato in un ciclo di conferenze a San Pietroburgo che non riesce più a trovare l'ispirazione. Joaquin è pedante e scontroso. A fargli da guida nella città è Sasha, una ragazza che finalmente riesce a scuoterlo nell'intimità. Grazie a questa storia Romiro sembra uscito dalla sua crisi creativa: ma un momento, quella ragazza in mezzo alla strada sembra proprio Sasha... In una gara letteraria un uomo decide di sorprendere il pubblico con una storia straordinaria che un tizio gli ha raccontato proprio qualche giorno fa. Tutto è cominciato quando l'uomo stava cercando qualcosa sul pavimento è la sua attenzione è stata attirata da una voce proveniente dalla presa elettrica... Abel è disposto a fare qualsiasi cosa pur di racimolare qualche soldo per curare sua moglie ammalata di peste. Così, quando il dottor Andrade, che tanti anni prima ha perso la moglie per lo stesso motivo, gli chiede di scavare una buca che piano piano si rivela essere le fondamenta di una casa costruita al contrario Abel non si stupisce più di tanto...
Javier Arguello, scrittore sulla trentina cresciuto tra Cile e Argentina ma residente a Barcellona, raccoglie qui sette racconti uno più bello dell'altro. Con uno stile semplice e allo stesso tempo ricercato, costruisce una realtà attraversata da correnti fantastiche sotterranee sulle quali i protagonisti di questi racconti non hanno difficoltà a farsi trasportare, e con loro il lettore. Che utilizzi la prima o la terza persona l'autore mette al centro delle sue vicende sempre un personaggio, attraverso il quale veniamo a conoscenza di fatti magici e straordinari. Arguello ama, e ama far raccontare ai suoi personaggi narranti, storie dal ritmo ipnotico che, lentamente, ma in maniera inesorabile portano il lettore a scoprire il meraviglioso nascosto dietro una realtà apparentemente normale. Il libro è costruito come una matrioska: dentro un racconto ce n'è sempre un altro, ma il gioco letterario non è pedante. Anzi, questi sette racconti hanno il potere di rievocare il gusto per la narrazione orale che è alle radici della letteratura. E se oggi c'è qualcosa di fantastico e di meraviglioso - questo sembra voler farci capire Arguello - è proprio la capacità dell'uomo di raccontare storie.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER