Sibila il silenzio

Sibila il silenzio
Autore: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Due persone si confrontano col progressivo infrangersi dei loro sogni politici in un’affannosa rincorsa contro il tempo, da Bombay a Praga, passando per la Palestina, sulle tracce della stella rossa ossidata, sulle tracce della svendita degli ideali, anzi, del loro baratto in cambio di jeans e cola… Un uomo insegue la bellezza incarnata in una vera casa araba e nell’ospitalità dei suoi abitanti… Un camionista il cui destino sembra irrevocabilmente legato alla carne, quella che immette in un ciclo fraudolento, quella della dolce Rosa e della sua dedizione per i dieci mariti di cui si prende cura, e quella martoriata dei suoi connazionali che vede esplodere fuori dalle lamiere contorte del rimorchio di un suo collega... La tragica fuga dall’emigrazione di Ali Ben Ali che tenterà il rientro nel suo Paese da clandestino… Un Premier che ha un’idea precisa di “quale sia in realtà il tema”… Global, il Dio della Globalizzazione entra rassicurante nei sogni di Lutai e Tomo mentre soffia leggero sulle cime della foresta pluviale… Il Bersagliere stanco che torna nella sua città a gustare un piatto di bucatini all’amatriciana all’Osteria del Bersagliere… In un silenzio sibilante si consuma Il confronto tra Abu Sultan che procede nelle strade insanguinate di Duma, vicino Damasco alla testa di sette carri armati grondanti sangue, e Abu Tarek e i suoi venticinque jihadisti, in agguato tra le macerie…

Trentasette meravigliosi frammenti per dare voce a personaggi, temi, tragedie senza mai scadere nella retorica. Ogni protagonista di queste brevissime storie non ha che i suoi occhi per raccontarci la realtà spesso immane in cui si muove. Occhi come piccole finestre che Carlo Torrisi si limita con talento magistrale ad aprire per invitarci a guardare il mondo da una particolare angolazione. Nonostante le succinte informazioni disponibili su Torrisi ci dicano che sia praticamente di casa in Medio Oriente e che abbia addirittura pubblicato in quelle terre, nulla del suo vissuto traspare in Sibila il silenzio: con straordinaria capacità di immedesimazione riesce a catturare il particolare istante in cui il destino, la vita, le circostanze che dir si voglia irridono con piccoli beffardi ghigni i personaggi che racconta. Malgrado la loro succintezza, i racconti sono un equilibrio perfetto di emozione e cronaca dei fatti, scabri e scarni, quasi hemingwayani.



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER