Solar

Solar
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
La quinta moglie del premio Nobel per la Fisica Michael Beard somiglia a Marilyn Monroe e tradisce il marito con un muratore. Beard non la prende bene, ma sa di non poter competere col corpulento e rozzo Rodney Tarpin, che tuttavia affronta, rimediando un ceffone che gli fa capire che forse è il caso di finirla lì. Che vada via, Patrice, la donna bellissima che pure ha ripetutamente tradito (ed è per questo che, quando lei lo ha scoperto, si è vendicata a sua volta con Tarpin). Il professor Beard infatti, nonostante il Nobel, non è propriamente un pozzo di virtù. Ha lavorato sodo nella prima parte della sua vita, elaborando una importante teoria che riprende gli studi di Einstein e poi – per vie legate soprattutto alla buona sorte – è arrivato ad ottenere il prestigioso riconoscimento svedese. Da allora ha smesso di fare ricerca e campa di rendita: consulenze, incarichi di rappresentanza, conferenze strapagate in giro per il mondo. Una bella vita, condita da avventure erotiche, alcol e buon cibo. Ma adesso deve riprendersi dalla batosta di Patrice, così decide di accettare un incarico di responsabilità presso il Centro nazionale per le energie rinnovabili, messo in piedi dal governo inglese con un grande dispendio di risorse economiche. Beard deve coordinare il lavoro di giovani e brillanti ricercatori, fra cui il noioso e petulante Tom Aldous, che ha per Beard una sorta di venerazione e come obiettivo primario quello di salvare il mondo grazie alla produzione di energia pulita con una tecnica di sua invenzione: la fotosintesi artificiale. In un sapiente intreccio di faccende sentimentali, delitti per caso, documenti rubati e riflessioni acutissime sulla salute del pianeta terra e sulle possibili soluzioni ambientali, seguiremo Michael Beard dal 2000 al 2009, ridendo di lui, ma anche un po’ ammirandolo per la straordinaria abilità che, nonostante la sua indiscutibile inettitudine, gli permette di passare indenne attraverso le catastrofi che egli stesso crea…
Un McEwan in stato di grazia, che tira fuori una inusuale vena comica e la fa scorrere a volte sottotraccia, a volte come uno zampillio contagioso, fra le pieghe di una trama solidissima. “Meno di un’ora di luce solare sulla terra basterebbe a soddisfare i bisogni del mondo per un intero anno. Una piccola porzione dei nostri deserti potrebbe fornire energia alla civiltà intera. Nessuno è padrone della luce, potrà privatizzarla né nazionalizzarla.” Peccato che chi pronuncia queste parole sia in realtà un “soggetto in condizioni mentali limitate, anedonico, monotematico, sofferente.”..
Michael Beard è decisamente il prototipo di un certo tipo di uomo abile a capitalizzare una fortuita intuizione e camparci di rendita per tutta la vita, procedendo per inganni e mistificazioni, disposto anche ad aggirare la legge pur di proteggere e consolidare il proprio potere, magari negando l’evidenza o confidando sul fatto che tanto poi l’opinione pubblica tende a dimenticarsi e si può ricominciare da capo. Michael Beard in effetti avrebbe potuto essere un perfetto presidente del consiglio, ma l’estro di McEwan ha voluto farne un premio nobel. La forza del libro sta nell’evitare ogni presa di posizione di tipo morale, privilegiando una descrizione piana e lineare dei fatti, anche di quelli più paradossali e assurdi. Questo, dal punto di vista narrativo, porta l’effetto comico/grottesco a livelli altissimi. La scena del congelamento del pene di Beard mentre è intento ad urinare fra i ghiacci dell’artico, è una delle pagine più esilaranti che abbiamo mai letto. Dopo aver affrontato temi come la neurochirurgia (in Sabato) e la neuropsichiatria (in L’amore fatale) e avere scandagliato l’animo umano in tutte le sue forme in numerosi altri romanzi, McEwan con Solar affronta l’ecologia, il (vero o presunto) riscaldamento globale del pianeta e analizza con grandissima competenza le possibili soluzioni ambientali. Ma, soprattutto, Solar ci ha fatto scoprire l’inedita vena comica di un autore che si riconferma, indiscutibilmente, uno dei più grandi fra gli scrittori contemporanei.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER