Star Wars - Il potere della forza

Star Wars - Il potere della forza
Starkiller è l’apprendista segreto di Darth Vader. Dopo anni di addestramento, il signore del Lato Oscuro della Forza affida al giovane allievo una missione, la prima vera prova che corona anni di duro lavoro su addestramenti al limite delle capacità umane, scontri con le spade laser e meditazione post-zen: sconfiggere i cavalieri Jedi sopravvissuti alla purga dell’imperatore Palpatine. Il primo cavaliere della lista è il generale Rahm Kota. Accompagnato dalla bella pilota Juno Eclipse e dal fido droide Proxy - che comanda la navicella “Rogue Shadow” ed è in grado di mutare il suo aspetto con quello della persona con cui si è in comunicazione tramite un complesso sistema di ologrammi - il giovane riesce a sconfiggere lo Jedi che sta attaccando con i suoi militari una fabbrica di caccia su Nar Shaddaa. Anche se il giovane riporta la spada laser al maestro Vader, non è sicuro di aver definitivamente ucciso il cavaliere, che proprio quando sta soccombendo, gli rivela in una visione delle verità sul suo passato. In seguito, il Sith sconfiggerà altri cavalieri Jedi, ma quando l’imperatore Palpatine scoprirà la sua potenza, il suo patrigno sarà costretto ad ucciderlo, per sottostare agli ordini del Lato Oscuro, che non vuole essere intralciato nel suo progetto di conquista della galassia...
Ambientato temporalmente fra il terzo e il quarto episodio della saga di George Lucas, il romanzo (primo di una miniserie di due episodi) tratteggia in maniera esemplare la figura dell’apprendista di Darth Vader (in italiano da molti conosciuto anche come Dart Fener), che col passare del tempo capirà la sua vera essenza e chi sono i suoi veri maestri di vita. Pubblicato come side project del film e della fortunata serie di videogame blockbuster ambientati nel mondo di Han Solo e della Principessa Leyla, la vicenda soddisferà i palati degli aficionados, ma risulterà di difficile comprensione a chi non ha un minimo di dimestichezza con il mondo dei cavalieri Jedi. A prescindere dall’ambientazione, il libro scorre veloce e la sua vocazione alla descrizione dell’azione lo rende piacevole e facilmente godibile. Non c’è solo la trama: in molti punti della vicenda si approfondisce anche la cultura della Forza e di cosa significhi essere un cavaliere al servizio del male. Disegnato su una trama e su vicende prestampate, questo libro riesce a svincolarsi dai luoghi comuni della fantascienza (e della fantasy) e della serie di Guerre Stellari, disegnando una storia credibile e divertente.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER