Storia dell'emigrazione italiana

Storia dell'emigrazione italiana

Una breve storia dei flussi migratori prima dell'800, a partire da quelli medievali a carattere religioso; le premesse sociali ed economiche dell'emigrazione di massa ottocentesca; il legame indissolubile tra il modello sociale rurale e l'emigrazione; la posizione della Chiesa cattolica sul fenomeno emigrazione; l'afflusso enorme di capitali verso l'Italia nei decenni a cavallo tra Otto e Novecento generato dalle cosiddette 'rimesse', cioè parte dei guadagni degli emigranti inviati alla famiglia rimasta in patria; il fenomeno dell'emigrazione temporanea; i porti, i trasporti e le compagnie, gli intermediari e gli agenti; il lavoro e l'emigrazione femminili; le politiche sindacali nei confronti dell'emigrazione; la legislazione sui temi dell'emigrazione dall'Italia liberale a quella fascista; le bonifiche e i flussi migratori interni; la manodopera italiana in Germania durante il Terzo Reich; la fuga di fascisti e collaborazionisti in America dopo la Seconda Guerra Mondiale; l'esodo forzoso dall'Istria; la figura degli emigranti nel cinema italiano e americano; le canzoni dell'emigrazione; la storia dell'emigrazione italiana in Brasile, Argentina, Stati Uniti, Canada, Australia, Germania, Francia, Svizzera, Belgio, in Russia, nelle colonie italiane; le organizzazioni operaie italiane negli Usa; il razzismo anti-italiano; l'emigrazione minorile; la legislazione dei paesi d'arrivo; gli emigranti italiani e la politica; la presenza degli immigrati italiani nelle varie letterature dei paesi d'arrivo; l'emigrazione italiana sul Web...
Tra Ottocento e Novecento l'emigrazione da evento più o meno ricorrente diventa un elemento fondamentale della storia del nostro Paese, non solo a livello antropologico ma persino a livello economico: per raccontare un fenomeno così complesso è assolutamente necessario quindi un approccio critico e storico articolato, che ne esplori tutti i possibili ambiti e le possibili declinazioni. Cosa che avviene puntualmente con questi due ponderosi volumi in cofanetto commissionati dal Comitato Nazionale di celebrazione "Italia nel mondo" istituito presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: rispettivamente 31 e 42 autori - quasi tutti docenti o ricercatori universitari - alle prese con altrettanti singoli aspetti dell'argomento, con l'ausilio di una mole imponente di dati e documenti e una bibliografia sterminata. Un saggio - anzi, un'antologia di saggi - preziosa, un'iniziativa (forse paradossalmente, ma tant'è) assai importante nel quadro della definizione di un'identità nazionale da troppi messa in discussione a vanvera.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER