Tiziano Terzani: la rivoluzione dentro di noi

Tiziano Terzani: la rivoluzione dentro di noi
In una delle sue ultime interviste Tiziano Terzani disse: “Ormai mi incuriosisce di più morire. Mi rincresce solo che non potrò più scriverne”. Questa frase è la perfetta incarnazione della sua concezione del vivere, sempre assetata dall’incessante ricerca del senso delle cose, dall’osservare l’esistenza in una prospettiva storica e filosofica. Una raccolta di testi, di pensieri e di emozioni che invitano a spostare la visione della modernità ed occidentalità dal corpo e dalla materia a qualcosa che non possa essere regolamentata da leggi, quantificata o modificabile. Le riflessioni di Terzani accompagnano in un percorso che conduce a domandarsi quale sia il valore dell’uomo, che cosa significhi uguaglianza, quale sia nel nostro mondo lo spazio concesso alla tolleranza, come sia possibile formarsi alla non-violenza. Un cammino per la conquista della pace interiore che trova radici nella forza della più grande rivoluzione: quella operata in noi stessi...
Mai alcun libro, come questo di Gloria Germani, aiuta a penetrare l’animo e la filosofia che hanno ispirato la vita e l’operato di Tiziano Terzani. Se si ha occasione di leggere la sua biografia, non si può non restare affascinati dalla vita avventurosa che lo ha condotto a valicare frontiere, a soggiornare o meglio a lasciare un pezzettino della sua anima e a mettere radici, nei posti più disparati e lontani del mondo: Europa, Giappone, Australia, Singapore, Vietnam, Cambogia, Laos. Quasi il viaggio fosse la sua “missione”. Ma non fu un reporter: se lasciò recensioni, se scattò foto (e in un certo senso lo ha fatto), sono state quelle dell’interiorità della gente che ci ha tramandato. E’ stata la ricchezza che ogni uomo porta dentro di sé ad impressionarlo, ad invitarlo ad indossare parole, pensieri, costumi, a frequentare i luoghi della vita comune dei popoli che ha abitato. Forse pochi occhi, consapevoli e profondi, come quelli di Terzani hanno saputo scrutare, accogliere e ricercare nell’esperienza dell’incontro con l’altro e le sue diversità, nell’interiorizzazione dell’umanità la via per arrivare alla conoscenza, alla verità delle cose che spesso è uno strato che sta dentro ai fatti. Andare al di là dei fatti: questo è il segreto per cominciare a compiere un passo verso quella “rivoluzione interiore” che renderà liberi.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER