Tutte le anime

Tutte le anime
“Oxford è, senza dubbio, una delle città al mondo in cui si lavora meno, e vi è molto più decisivo l’esserci anziché il fare o l’agire”: così un giovane docente universitario di Letteratura spagnola di cui non conosciamo il nome giudica la vita della cittadina inglese all’inizio degli anni Sessanta del Novecento. Concentrazione, pazienza, lotta contro l’innaturale letargo dello spirito che invade spesso le menti degli abitanti e degli ospiti della città richiedono uno sforzo tale che sarebbe impensabile doverne impiegare uno pari per impegnarsi fortemente nel lavoro. Oxford è assolutamente opposta a Madrid, il protagonista lo constata ogni giorno, assistendo o partecipando ai riti anacronistici di quell’università, della quale “All Souls” è uno dei college più rappresentativi. Nessuno, nella cittadina inglese, vive pienamente il suo tempo. Non lo vive Will, il vecchissimo portiere che ogni giorno rivive una data diversa e lontana della sua lunga vita; non lo vive Cromer-Blake, arguta guida e bonario amico del protagonista, che tiene un diario per narrarvi l’imminenza della morte che lo attende; non lo vive Clare Bayes, “uno di quegli esseri per i quali il tempo non esiste”, che rincorre l’eternità attraverso l’incontro di amanti occasionali. Ed il narratore è appunto uno di questi. Lui e Clare si incontrano regolarmente, in casa dell’una o dell’altro, oppure in qualche albergo delle cittadine vicine. Nessuna prudenza, nessun timore del marito, estrema leggerezza nel vivere le avventure adulterine contraddistinguono la giovane donna, professoressa universitaria anche lei, ma diversissima dalle sue attempate e poco attraenti colleghe. Il primo incontro tra i due, un incontro tutto e solo di sguardi, avviene in occasione di una noiosa e assai formale cena ufficiale, durante la quale Clare esibisce, sotto la toga un po’ scostata, un’attraente scollatura. Ma esibisce con eleganza, distacco, indifferenza: come se tutti gli occhi dei colleghi maschi non fossero puntati su di lei…
A mezza strada tra romanzo ed autobiografia, Tutte le anime offre al lettore una varia e interessante galleria di personaggi; traccia inedite vedute della città di Oxford: sotto la luna, o percossa dal vento, o animata dal suono delle campane; amplia gli spazi della memoria, velandoli però talvolta con l’indeterminatezza del sogno o colorandoli con miraggi di eternità. 

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER