Tutte le mie sorelle

Tutte le mie sorelle
1909. Joshua Maclise, industriale di successo, vive a Summerleigh con la sua moglie perennemente malata e i suoi sette figli, tre maschi e quattro femmine. Iris sogna il matrimonio e studia per diventare infermiera, ma è Marianne che incontra l'uomo della sua vita, mentre Eva vuole trasferirsi a Londra e diventare un'artista, e Clemency rimane invischiata nell'esigenza della madre di tenere una figlia con sé che la accudisca, ed è costretta ad abbandonare la scuola, con suo sommo dolore. Nell’Inghilterra della belle époque e delle suffragette in rivolta per la conquista delle libertà e dei diritti delle donne, le quattro sorelle lottano per realizzare i loro sogni...
Metà esercizio di stile romance per lettrici metà affresco storico/sociale, Tutte le mie sorelle è modellato su una formula di sicuro successo, ma non per questo è manieristico o deludente. Va dove lo porta il cuore, per capirci, ma ci va disegnando personaggi credibili, un plot avvincente quanto basta, uno sfondo accurato. E senza troppe banalità: "Non mi piace scrivere di persone perfette", ha dichiarato la Lennox in una recente intervista. "Trovo necessario che i personaggi vivano una propria evoluzione e che il lettore rimanga sulla corda fino alla fine".

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER