Venivano da lontano

Venivano da lontano
Alvise Pàvari dal Canal, docente di Ippologia presso l’università Cà Foscari e considerato uno dei massimi conoscitori di equini in tutto il globo conosciuto, riceve nel cuore della notte una telefonata. Dall’altro capo dell’apparecchio è Silvestro Putzu detto l’etrusco, che gli annuncia una scoperta rivoluzionaria. Putzu insegna a Bologna ma si trova al momento a Tuscania, proprio per la rilevanza di questa ricerca. L’amico intuisce qualcosa e gli chiede se la sua presenza lì c’entra in qualche modo con gli Etruschi e se, a questo punto, c’entrino anche i cavalli. L’amico conferma, ma è sbrigativo ed evasivo al telefono e sprona l’amico a raggiungerlo. In fondo Pàvari gli deve un favore, che risale alla loro esperienza in Turkmenistan. Accetta e inizia a predisporre tutto per la sua assenza. Dopo due divorzi, in fondo deve pensare a chi lo può sostituire a lezione e al suo cavallo…
Con la passione del cultore dei territori amati, Caponetti, ex pubblicitario affermato diventato allevatore di cavalli con incarichi accademici in campo ippologico, omaggia il genere del thriller a sfondo archeologico, negli ultimi anni astrattamente modellato su modelli poco credibilmente new-age (con le immancabili piramidi che svelano segreti nascosti su Pico della Mirandola), con una storia che dalla sua ha la plausibilità, ma anche il merito di invogliare il pubblico ad approfondire la storia millenaria dell’alto Lazio e degli Etruschi, attraverso i dettagli dell’investigazione archeologica. I cavalli diventano, così, simboli da decifrare, lettere di un codice che contribuisce a diradare la coltre che avvolge le vicende di un popolo antichissimo, facendo trottare il lettore all’interno dei meandri di un omicidio inopinato e relativi lasciti indiziari, con la restituzione divertente dei dialetti non solo della zona (spicca l’idioma veneziano) e con la presenza di una vicenda amorosa su cui pesa l’imperfezione.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER