Verso la bellezza

 Verso la bellezza

Antoine Duris è al Museo d’Orsay di Parigi per un colloquio di lavoro con la responsabile delle risorse umane, Mathilde Mattel. È molto nervoso, esausto e preoccupato di non riuscire a sostenere il colloquio anche se il posto è di guardasala e lui ha ben altre qualifiche essendo un professore associato all’Università di Lione e autore di alcuni brillanti articoli. Ottiene comunque il posto nonostante la perplessità iniziale della donna e comincia il suo lavoro nella sala dedicata alla mostra di Modigliani delle cui opere lui è un grande esperto. L’obiettivo di Antoine è quello di non farsi trovare. Sta scappando dalla sua vita precedente rinunciando al lavoro che ha sempre amato e si è allontanato anche dalla famiglia e dagli amici con la scusa ufficiale di aver bisogno di un po’ di tempo per sé per iniziare a scrivere un libro. Ha compreso che per passare inosservati a volte è meglio mischiarsi agli altri e quindi accetta il lavoro come guardasala che gli regala tra l’altro anche la possibilità di contemplare magnifiche opere d’arte. Il quadro che incanta Antoine è il ritratto di Jeanne Hébuterne, la donna della vita di Modigliani, bella e eterea che lui non ritrasse mai nuda. Per Antoine “la contemplazione della bellezza è la cura per la bruttezza.” Ma cosa è successo davvero ad Antoine? E perché la sua vita si intreccia con quella di Camille, una giovane studentessa d’arte molto dotata ma altrettanto triste, che lui ha il privilegio di avere come sua allieva?

In un crescendo di emozioni, incontriamo i due che, per motivi diversi, cercano nell’arte la cura per rinascere. L’arte può guarire? Può avere un potere salvifico? È quanto sembra suggerire David Foenkinos che, in questo nuovo romanzo torna a parlare d’arte, argomento a lui molto caro, che aveva già affrontato nel precedente Charlotte. Le risposte a tutte le domande che nascono durante la lettura del libro arrivano nell’ultima parte, commuovendo e facendo rabbrividire. Verso la bellezza è rimasto nelle classifiche francesi per molte settimane e ha venduto oltre centotrentamila copie. David Foenkinos dopo studi letterari alla Sorbona e una formazione jazzistica ha esordito nella letteratura nel 2002 e da allora ha pubblicato più di sedici libri fra biografie, romanzi e narrativa per bambini. Autore tradotto in ben quindici Paesi, ha ricevuto vari premi e con il fratello ha curato la trasposizione cinematografica del suo romanzo La delicatezza.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER