Vi racconto Montalbano

Vi racconto Montalbano

Tredici interviste concesse da Andrea Camilleri, in occasioni diverse negli ultimi anni, a quotidiani nazionali e internazionali. Per gli amanti della penna che ha creato il Commissario Montalbano un modo per conoscere meglio il loro autore preferito, perché qui Camilleri non racconta ma si racconta: la sua infanzia, i suoi amici, la sua Sicilia, il trasferimento a Roma, le sue scelte politiche. In molte occasioni gli intervistatori non riescono a scindere l’autore dal personaggio, e Montalbano ricorre nelle domande come se la presenza dell’autore possa aiutare a far materializzare il personaggio. Eppure Camilleri sembra volersi sottrarre al constante confronto con il commissario che lo ha reso popolare in Italia e all’estero. Per questo si abbandona a rilfessioni sulla politica italiana, sul ruolo degli intellettuali, sulla letteratura, su come avvicinare le persone ai libri, sulla cultura...

Ci sono dei momenti nelle varie interviste in cui la vena narrativa di Camilleri viene fuori e sembra di leggere una delle storie che lo hanno reso famoso. Nel racconto della sua infanzia a Porto Empedocle, della piazza del paese, degli amici del bar, impossibile non riconoscere le strade di Vigata, l'umanità raccontata nei suoi libri, i personaggi singolari e eccentrici, le dinamiche relazionali di un piccolo centro. Raccontare ciò che si conosce bene a volte è semplice, tanto più quando ciò che si racconta fa parte di sé. Questo è particolarmente vero per Andrea Camilleri; come egli stesso ammette in una delle interviste riportate nel libro:"non riuscirei a raccontare una storia se non immergendola in un costesto storico-geografico ben preciso, tanto che la mia scrittura non acquisisce nerbo se non mi esprimo in dialetto". Ed è proprio quando la sua sicilianità viene fuori, con un termine o un costrutto dialettale, che l'autore e il personaggio in qualche modo si sovrappongono. Talvolta non si può fare a meno di sentire la voce di Camilleri resa roca delle troppe sigarette o quella del commissario Montalbano che nell'immaginario collettivo ha il volto di Luca Zingaretti, il bravo interprete della serie televisiva.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER