Vini e vinili

Vini e vinili

Che cosa hanno in comune Nick Drake e un bicchiere di Cannonau? Neil Young e il Montepulciano d’Abruzzo? I dischi e il vino rosso hanno dei punti di contatto? Volendo sì, anche se le associazioni su questo campo sono libere, non basate su storie della musica rock o su guide più o meno blasonate, quelle che classificano il miglior vino dell’anno. Il vino e i dischi si legano in questo saggio/catalogo/classifica/diario del giornalista musicale Pratelli in “una meditata selezione, del tutto personale, di alcune storie a 33 giri nate per morire in un bicchiere di rosso”. Ad ogni disco e ad ogni bottiglia viene associata una storia, che descrive un po’ la cantina, qualche emozione e molti ricordi…

Il progetto del critico musicale del “Corriere di Como” nasce come unione di due passioni: la musica e il bere bene. Il connubio fra musica e vino viene narrato sia con il piglio del bravo melomane che con quello del critico enogastronomico. Un “best of” personale che ci fa conoscere sia 33 album storici del rock, pop e soul, sia molte cantine di “vini d’autore, che se ne fregano delle mode, che amano ancora camminare sulla terra delle loro vigne senza mai dimenticare le antiche ricette della cultura contadina”. Un libro piacevole, da sorseggiare lentamente.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER