Vita con Lloyd

Vita con Lloyd

“Lloyd, cos'è questa fragranza evanescente?” “È una simpatica conoscenza, sir” “Ah… a me sembrava una solida amicizia” “Capita di confondersi, sir. Apro le finestre?” “Ma così scomparirà del tutto, Lloyd” “Vero, sir. Ma potranno anche entrarne di migliori…” “Spalanca tutto, Lloyd” “Con molto piacere, sir”… “Sir, tutto bene?” “Sì, Lloyd. Solo un po’ di malinconia, niente di grave” “È perché sta guardando le nuvole, sir…” “Dici, Lloyd?” “Certo sir. Le nuvole sono create dal respiro del mare e dai sospiri degli uomini. E sia uno, che gli altri, sono ricolmi di storie“ “E questo cosa c’entra con la malinconia, Lloyd?” “Può capitare, sir, che ogni tanto si riconosca in una nuvola qualcosa che si pensava di aver affidato al vento" “Ed è una cosa che succede per caso, Lloyd?” “Chi guarda il cielo cerca sempre qualcosa, sir. Quindi trovarci qualcosa non è mai un caso, ma sempre una fortuna" “Grazie, Lloyd” “Prego, sir”… “E così oggi è la festa di chi ha uno stipendio fisso, Lloyd…” “Temo che stia confondendo lavoro e occupazione, sir” “C’è qualche differenza, Lloyd?” “Una buona occupazione dipende da quanto si prende, sir” “E un buon lavoro, Lloyd?” “Da cosa si lascia, sir” “Rimaniamo lavoratori, Lloyd” “Con piacere, sir"… “Lloyd, lo vedi anche tu quell’enorme masso lì in fondo?” “Credo sia un errore, sir” “Ma come? Abbiamo fatto tutta questa strada per poi trovarci davanti a un errore?” “È una questione di viabilità, sir” “Viabilità?” “Certo, sir. Gli errori segnalano sempre le svolte nella vita” “Questo però vuol dire che è inevitabile incontrarli, Lloyd” “Ma che è altrettanto inevitabile superarli, sir” “Acceleriamo il passo, Lloyd” “Faccio strada, sir”…

Tuono Pettinato, divertente e ossimorico pseudonimo per Andrea Paggiaro, è un fumettista, ormai uno dei nomi di punta del settore: del resto spesso e volentieri le/i graphic novel hanno maggiore forza narrativa persino di poderosi romanzi di autori celebratissimi, in quanto riescono, con il felice e sintetico connubio di immagini e parole, a veicolare al lettore contenuti importanti, profondi, significativi. È lui che illustra gli acutissimi dialoghi nati dall’ingegno e dalla penna di Simone Tempia, giovane e brillante giornalista di “Vogue Italia”, che ha creato quasi per caso ‒ almeno a suo dire ‒ una seguitissima pagina Facebook che ha dato vita a un omonimo libro, Vita con Lloyd. Si tratta di una divertente, intelligente, lieve ma mai superficiale raccolta di dialoghi (non è filosofia spicciola a buon mercato, bensì un’antologia di perle di buon senso, che fanno vedere quel che dovrebbe essere evidente ma che il logorio della vita moderna e la sua frenesia fanno spesso dimenticare a molti di noi, presi come si è da mille problemi di fatto non sostanziali ma che invece paiono estremamente rilevanti), uno scambio di sapidissime, ironiche, affettuose e malinconiche battute tra Sir, un signorotto piuttosto incerto sul vivere, che non si trova molto bene nella contemporaneità, che gli sembra materialista e complicata, e la sua coscienza, un amico immaginario in forma di maggiordomo (decisamente più il Battista di Paperone che non la Caterina di Sordi, dunque), Lloyd, una persona che rappresenta la saggezza, la calma, l’onestà intellettuale, la concretezza, il corretto senso delle priorità, la cura che ognuno cerca negli altri per sé. Anche se a pagamento.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER