On Zon Su

On Zon Su
Ippocrate diceva “il medico cura, ma è la vitalità originaria che guarisce dalla malattia”. Doveva condividere questo pensiero anche il cinese Mak Zi, scienziato, ingegnere e filosofo. Curare le malattie era solo una delle sue molteplici capacità guidato dai suoi principi.  Dall’amore universale alla giustizia, dalla vita semplice al rispetto per gli antenati, il suo pensiero prese il nome di Moismo diffuso in Cina dal 400 a.C. al 100 d.C. e sua anche la teorizzazione dell’On Zon Su, l’arte del massaggio del piede con grande difficoltà recuperata dal Maestro Ming Wong tra le pieghe del tempo. Per ragioni storiche la conoscenza di questo metodo per il mantenimento della salute antico duemilacinquecento anni ha rischiato di sparire, quando il massaggio dei piedi aveva assunto una connotazione servile. ..
L’On Zon Su non può essere confuso con la riflessologia plantare americana: la riflessologia lavora sulle “strutture organiche”, l’On Zon Su invece si occupa anche delle componenti emozionali e mentali, in relazione alla tradizione medica cinese. Il Maestro Ming Wong, medico tradizionale di Canton e il suo allievo Alessandro Conte, attraverso la stesura di lezioni tenute dal maestro stesso, ci mostrano come colui che massaggia e colui che viene massaggiato devono costituire un’unità armonica che poco ha a che vedere con il lavoro più prettamente meccanico e tecnico della riflessologia plantare. Un manuale ricco di informazioni e di spunti, senz’altro da affiancare alla lettura di Iniziazione allo On Zon Su, il massaggio cinese del piede per la salute  e Le mappe segrete dell’On Zon Su, applicazione dei massaggi antichi alla riflessologia del piede, entrambi di Alessandro Conte.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER