Il Maggio dei Libri, ideato dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, torna a proporre anche quest’anno itinerari di lettura condivisa per viaggiatori immaginari pronti a scoprire se stessi, gli altri o il mondo circostante!

 Che si tratti di lettura solitaria, ad alta voce, teatralizzata o accompagnata da musica, è proprio il desiderio di scoperta ad accomunarci quando sfogliamo le pagine dei libri. Ed è con questo spirito che dal 23 aprile, Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, al 31 maggio la campagna nazionale Il Maggio dei Libri raggiungerà per il decimo anno consecutivo ogni angolo d’Italia (e non solo), fedele alla propria missione di far innamorare della lettura e trasmetterne la forza come strumento culturale per la conoscenza e la crescita.

 In qualunque modo e luogo avvenga, la lettura invita sempre alla scoperta del mondo che ci circonda, così come mostra l’immagine guida di questa edizione, realizzata dall’illustratrice Mariolina Camilleri: una scalinata di libri verso un cielo stellato tutto da esplorare!

Come su una mappa, il tema di quest’anno si dipana in diverse direzioni, a partire da un’idea originaria e fondamentale che riguarda i lettori di ogni età: se leggo scopro, scelto come claim istituzionale 2020. La lettura rappresenta, infatti, una delle forme più semplici di esplorazione che, pur essendo solo immaginaria, può arricchire in mille sensi diversi.

Di questa ricchezza parlano i tre filoni proposti: leggere significa anzitutto scoprire se stessi, avventurarsi in universi più o meno familiari, autobiografici o diaristici, per interrogarsi sulle proprie ambizioni, paure e passioni, riconoscendosi nelle parole degli scrittori, parteggiando per questo o quel personaggio.

I libri, inoltre, sono per antonomasia finestre su tutto ciò che è “altro” da se stessi, occasioni uniche per andare al di là della sfera personale, privata, e scoprire gli altri: persone a noi vicine o sconosciuti, lingue e culture differenti, di ieri e di oggi, civiltà ignote.

Infine, l’esplorazione dei lettori può trasformarsi in qualcosa di tangibile, in un viaggio attraverso le meraviglie del pianeta che ci ospita grazie alla letteratura scientifica che ci fa scoprire il mondo: come funzionano i mille ingranaggi della Natura cui apparteniamo, come difenderli e che tipo di progresso sostenibile immaginare?

 Cosa prevede quest’anno Il Maggio dei Libri? Come sempre, invitiamo tutti coloro che amano i libri e le storie a dare piena libertà all’immaginazione: lanciate le idee più creative e inusuali, organizzate iniziative che possano far scoprire a tanti e diversi pubblici il piacere della lettura nei momenti e nei luoghi più inaspettati. Possono partecipare anche quest’anno librerie, biblioteche, scuole o altri spazi istituzionali pronti ad accogliere momenti di lettura condivisa, ma non dimenticate che la cultura può vivere anche in luoghi come locali pubblici, cinema, negozi, autobus, navi, palestre, parchi, ristoranti…

 È possibile aderire alla campagna con iniziative che si svolgano tra il 23 aprile e il 31 maggio e come di consueto vi chiediamo di segnalarcele inserendole – con descrizioni accattivanti e sintetiche e aggiungendo, se disponibile, un’immagine o una locandina (in pdf, jpg o jpeg) – nella banca dati che raccoglie tutte le iniziative legate a Il Maggio dei Libri 2020. La banca dati aprirà il 16 marzo all’indirizzo www.ilmaggiodeilibri.it/registrazione e tutti gli organizzatori che partecipano per la prima volta dovranno richiedere le credenziali prima di poter inserire le proprie iniziative (chi invece si è registrato dal 2018 in poi potrà utilizzare le medesime credenziali).

 Vi segnaliamo una novità importante: nella compilazione del form per l’inserimento delle iniziative ci sarà il nuovo campo obbligatorio “Numero di attività previste”: vista la grande ricchezza di contenuti proposta negli anni dagli organizzatori, si è deciso di valorizzarla consentendo di specificare il numero di appuntamenti effettivamente pianificati all’interno di singole rassegne, progetti in scuole, biblioteche e librerie, manifestazioni, ecc. Pur inserendo un’unica iniziativa (ad es. un ciclo di incontri, un festival, una settimana dedicata a Il Maggio dei Libri, ecc.), quindi, sarà possibile conteggiare tutte le attività previste (sessioni di giochi o letture per bambini, presentazioni, rappresentazioni teatrali, flash mob, fasi di tornei, singoli lavori di classe nelle scuole, ecc.) e grazie a questa nuova funzione l’iniziativa caricata conterà non più per “1” bensì per il numero reale di eventi che la compongono.

 Dopo che la vostra iniziativa sarà stata convalidata, potrete condividerla sui vostri social network, blog e siti grazie a un link diretto, uno strumento in più per diffonderla, migliorarne la riuscita e farcela conoscere (inserendo su Facebook e Twitter il tag #ilmaggiodeilibri o la menzione @ilmaggiodeilibri su Facebook e @maggiodeilibri su Twitter). Per chi ama le immagini, imperdibile il profilo Instagram della campagna (instagram.com/ilmaggiodeilibri): taggate le foto dei vostri appuntamenti usando l’hashtag #ilmaggiodeilibri e la menzione @ilmaggiodeilibri e condividete istantaneamente i momenti più belli! Un Social Feed sull’homepage del sito ufficiale aggregherà in tempo reale tutte le vostre interazioni social, permettendovi di essere sempre connessi.

 Se avete piacere di inviare tramite Messenger materiali e resoconti delle vostre iniziative (gallery fotografiche, singole foto, locandine, testi e resoconti), vi chiediamo di rispettare le seguenti linee guida per consentirne la pubblicazione sui canali Facebook e Instagram de Il Maggio dei Libri.

Foto: massimo 4, in alta risoluzione (dimensioni minime indicative 4.000x2.000 pixel), a fuoco, senza minori ripresi in primo piano (salvo contestuale invio di liberatoria per la pubblicazione, tenendo presente che tale liberatoria non è necessaria per foto che ritraggono un pubblico ampio ed eterogeneo di età), corredate di didascalia con luogo, data e titolo evento se prive di testo a corredo.
Testi a corredo delle foto: massimo 500 caratteri spazi inclusi, con specifica di luogo, data e titolo dell’evento raccontato.
Come sempre, sul sito ufficiale www.ilmaggiodeilibri.it saranno disponibili i materiali grafici da scaricare e personalizzare per promuovere il vostro programma di eventi: vi invitiamo ad adottare il più possibile l’identità visiva della campagna.

 Anche quest’anno, naturalmente, sarà assegnato come di consueto il Premio Il Maggio dei Libri 2020, destinato alle iniziative più creative e innovative, selezionate per categoria: Associazioni, Biblioteche, Librerie, Scuole, Carceri/Strutture sanitarie e per anziani.

 Per informazioni potete contattare il Centro per il libro e la lettura, inviando una e-mail a ilmaggiodeilibri@cepell.it e fornendo un recapito telefonico.

 Buon lavoro e buone letture a tutti!