Leggere cambia tutto. Questa l’idea al centro della seconda edizione del festival La città dei lettori, che dopo il successo dello scorso anno torna nel parco di Villa Bardini nei giorni di venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 giugno 2019. La lettura come passione, ma anche come chiave per comprendere la complessità del mondo che ci circonda, per conoscere esperienze lontane, per modificarci e cambiare la percezione che abbiamo di noi stessi e degli altri, per acquisire conoscenza e consapevolezza. Leggere non è un dovere ma una scelta libera da cui derivano insostituibili benefici: da questa convinzione è nata la seconda edizione de La città dei lettori, dedicato a chi legge ma anche a chi vuole avvicinarsi alla lettura.

La manifestazione, ideata e diretta da Gabriele Ametrano, è promossa dall’Associazione Culturale Wimbledon, già attiva nella promozione della lettura sul territorio, con la collaborazione e il sostegno della Fondazione CR Firenze e della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron. Il festival e il progetto La città dei lettori hanno il patrocinio e il sostegno della Regione Toscana, del Comune di Firenze ed sono inseriti nella programmazione dell’Estate Fiorentina 2019. Aderiscono inoltre al “Patto regionale della Lettura” promosso dalla Regione Toscana. La splendida posizione panoramica su Firenze le valse il nome di “Villa Belvedere”: la seicentesca Villa Bardini ricorda i “Casini di Delizia” diffusi a Firenze tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento, nati per il riposo e lo svago e circondati da coltivazioni agricole con fini non solo produttivi, ma anche ornamentali.

Oggi Villa Bardini, oltre a mantenere una vista unica sulla città, è diventata un centro espositivo e una sede per eventi: un luogo ricco di storia, arte e cultura a disposizione della città e dei visitatori. Anche quest’anno il festival accoglie i suoi visitatori negli spazi di questa villa storica e del suo giardino all’inglese che si aprono alla città, per trascorrere insieme tre giorni immersi nel verde, a due passi da Ponte Vecchio, con un programma che vede protagonisti i libri e i lettori, con ospiti nazionali e internazionali, appuntamenti per ragazzi e famiglie, approfondimenti culturali, spettacoli e letture itineranti. Per un invito ai lettori ancora più inclusivo, l’ingresso al festival, a partire da questa edizione, sarà gratuito. La città dei lettori rinnova inoltre il suo originale invito alla lettura, con un omaggio che attende ciascun visitatore all’entrata di Villa Bardini. Si tratta naturalmente di un libro, selezionato dall’Associazione Culturale Wimbledon.

Nella sua prima edizione La città dei lettori ha portato a Firenze, per la prima volta nella sua storia, il Premio Strega e i suoi concorrenti. Quest’anno si consolida la collaborazione con la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e il Premio Strega, con un incontro nella prima giornata - venerdì 7 giugno - con i dodici autori candidati al premio più celebrato d’Italia (Valerio Aiolli, Paola Cereda, Benedetta Cibrario, Mauro Covacich, Claudia Durastanti, Pier Paolo Giannubilo, Marina Mander, Eleonora Marangoni, Cristina Marconi, Marco Missiroli, Antonio Scurati e Nadia Terranova). Questo appuntamento farà parte del percorso Talk a Villa Bardini che inizierà i suoi incontri con l’evento Best in Europe 2019 il prossimo 21 maggio e che celebrerà la nuova partnership con Lonely Planet Italia.

Info e programma su lacittadeilettori.it