Tutto pronto a Villacidro (Sud Sardegna) per il trentaquattresimo premio “Giuseppe Dessì”. Domenica 22 settembre si dà il via alla settimana culturale che fa da cornice al concorso letterario intitolato allo scrittore sardo. Ricco, come da tradizione, il cartellone di appuntamenti, fino a domenica 29 settembre, promosso e organizzato dalla Fondazione “Giuseppe Dessì” con il Comune di Villacidro, col patrocinio dell’Assessorato Regionale della Pubblica Istruzione, della Fondazione di Sardegna, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del GAL Linas Campidano. Tra gli ospiti Paolo Crepet, Enrico Musso, Andrea Vitali, l’illustratrice Emmanuelle Houdart, il cantautore Pacifico, gli attori Elda Alvigini, Ivano Marescotti e Giuseppe Cederna. Il momento clou dell’articolato palinsesto di incontri letterari, spettacoli, mostre e iniziative per gli studenti è, sabato 28, la cerimonia di proclamazione e premiazione, con l’annuncio dei vincitori delle due sezioni letterarie del premio e la consegna dei Premi Speciali, assegnati ogni anno a personalità di spicco della vita culturale italiana.

In lizza per la Narrativa Gianrico Carofiglio con La versione di Fenoglio (Einaudi), Francesco Permunian con Sillabario dell’amor crudele (ChiareLettere) e Matteo Terzaghi con La Terra e il suo satellite (Quodlibet). Si contendono, invece, gli allori nella sezione Poesia Michele Mari con la raccolta Dalla cripta (Einaudi), Italo Testa con L’indifferenza naturale (Marcos Y Marcos), e Patrizia Valduga con Belluno. Andantino e grande fuga (Einaudi). Presieduta da Anna Dolfi e composta, oltre che dal presidente della Fondazione Dessì Paolo Lusci, da Duilio Caocci, Giuseppe Langella, Giuseppe Lupo, Luigi Mascheroni, Gino Ruozzi, Stefano Salis, Gigliola Sulis, la giuria del premio ha selezionato le sei opere finaliste tra i 239 volumi iscritti al premio per la sezione Narrativa e i 112 per la Poesia.

Il Premio Speciale della Giuria va quest’anno all’intellettuale, scrittore, saggista e germanista triestino Claudio Magris, mentre il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna, partner del Premio Dessì, è assegnato al pittore e disegnatore Tullio Pericoli e alla critica letteraria, storica della letteratura e accademica Lina Bolzoni.