Odio

Odio
Editore: 
Articolo di: 
Un evaso inseguito dai carabinieri cerca la complicità di una ragazza incontrata sul lungomare durante la fuga... Emerencya, moglie del Burattinaio, viene barbaramente uccisa in seguito all'incontro con Drakol, un uomo misterioso alla ricerca degli stregoni della steppa e dell'immortalità. Il suo spirito finisce scisso nel corpo di due gemelline che incontramo ancora a Basilea alla fine del millequattrocento, mentre giocano tra le ceneri del rogo di una strega, rosicchiando ossa umane... Nell'anno Domini 7500, la nave spaziale Stink'u'puss approda su Terra 5 senza incontrare alcuna forma di vita. Altrove, altri astronauti si risvegliano da un lungo sonno con un unico pensiero: l'acqua. Sono disposti a uccidersi tra loro per un sorso, perché? E che ci fa nel letto una moneta mai vista, corrosa, una moneta d'oro di grande valore per la sua unicità. Può, una moneta, distruggere la vita di una coppia?
Sono solo alcuni degli interrogati posti al lettore da Klaus Paolini, che con Odio irrompe per la prima volta nel mondo editoriale. Come l'insieme di bambole che compongono una matrjoska, i racconti dell'antologia si sviluppano uno dentro l'altro senza ipocrisie imbonitrici, narrando di feroci assassini, di psicopatici e di possessioni demoniache. Un linguaggio crudo trascina il lettore in un vortice di lucida violenza senza scrupoli né scampo, spiazzante. Il giovane autore sceglie la prima persona e toni colloquiali, quasi confidenziali, raccontando segreti inenarrabil che chi legge si trova costretto a custodire, quasi temendo di incorrere nella vendetta dello scrittore. Eppure Paolini insegna qualcosa, attraverso le pagine durissime di questo libro. Insegna che è assassino anche chi dispone delle vite dei soldati mandandoli a uccidere civili dove c'è petrolio da rubare. Insegna che chiunque può perdere tutto quello che ha, compresi gli affetti, e che non esiste il Bene senza che il Male ne sia controparte o parte. E spalanca una finestra sulle profondità più oscure dell'animo umano, quelle dove è impossibile frugare senza restarne drammaticamente segnati. Non è un libro per tutti, Odio. Servono stomaco, cinismo e una certa elasticità mentale per arrivare in fondo. Se ritenete di possedere questi requisiti, è senza dubbio una lettura con cui mettervi alla prova.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER