Intervista a Torben Khulmann

Articolo di: 

Torben Khulmann ha lo sguardo limpido,  l'aria mite ma decisa, il piglio di uno che sa il fatto suo ma sta germanicamente entro la propria “sfera di sicurezza”. Lo osservo mentre attraversiamo i corridoi di Più libri più liberi assieme all'agente italiana alla ricerca di un posto appartato per fare l'intervista. È più alto di me di una buona spanna (e io conto su un lusinghiero 1 e 86), ma, mentre sedeva allo stand di orecchio acerbo autografando il suo libro, non l'avrei proprio detto.

Leggi tutto